Type Keyword and Press Enter to Search
×

Curriculum Vitae: come scriverlo per ottenere il lavoro dei vostri sogni

Scritto da: Jess

Ragazza che scrive a computer

Trovare lavoro al giorno d'oggi, si sa, non è poi tanto facile. Il nostro più grande alleato in questa ricerca all'apparenza impossibile (oltre a una buona dose di pazienza) è senza dubbio il curriculum vitae, meglio conosciuto come CV.  Il curriculum dovrebbe dare risalto alle vostre abilità e dimostrare al datore di lavoro che sareste un'ottima risorsa per la sua azienda. Scrivere di sé stessi e delle proprie capacità non è poi tanto difficile, vero? Falso. 
 Purtroppo riassumere la propria vita, le proprie esperienze e attitudini in una paginetta può spesso risultare una vera e propria sfida. 
 La prima volta che mi sono ritrovata a compilare il mio CV avevo 18 anni, non stavo cercando lavoro e l'azienda che mi aveva proposto un colloquio voleva un curriculum entro la fine della giornata. Poche ore di tempo e ancora meno esperienza, ho fatto qualche rapida ricerca e ho scaricato il formato europeo da compilare in fretta e furia. Sono riuscita a compilare un curriculum soddisfacente? Non direi, ma nel corso degli anni ho cercato di informarmi il più possibile per non farmi più trovare impreparata.

 Ho raccolto i consigli di alcuni HR e professionisti italiani quindi come si fa il curriculum e quali sono gli errori da evitare nella sua compilazione? 

 1. La cover letter
 La lettera di presentazione non è sempre obbligatoria quindi se volete scriverla, fatelo bene. È l'occasione per farvi conoscere e “vendervi” bene al datore di lavoro. 

 I consigli degli esperti 

 Evitate le frasi fatte, prendevi un po' di tempo per scegliere il tono giusto. Se non vi viene in mente proprio nulla, forse è meglio lasciare stare.

 2. Il nome del file
 Quando allegate il vostro curriculum a una mail, il responsabile delle assunzioni vedrà anche il nome del file. Chiamare il file semplicemente “CV” non va bene (non potete chiamarlo nemmeno “dwehbewb”, vi vedo, so che lo avete fatto!). Queste persone con ogni probabilità avranno ricevuto centinaia di curriculum e non vorranno aprirli tutti per trovarvi. 

 I consigli degli esperti

 Rinominatelo sempre come “CV nome e cognome”. 

 3. Linkedin

 Linkedin, il social del mondo del lavoro, va sempre aggiornato. Sempre più spesso si parla di social recruiting e fidatevi, dopo aver dato un'occhiata al vostro curriculum andranno a curiosare sui vostri social, soprattutto su Linkedin. Quindi fate attenzione perché sarà la vostra vetrina professionale.

 I consigli degli esperti 

 Se vi state proponendo come grafico, i selezionatori potrebbero storcere il naso vedendo che su Linkedin vi presentate come baristi. Cercate di far combaciare il vostro profilo e la vostra ricerca.

 4. La foto

 Nonostante in molti paesi non sia la prassi, in Italia si suggerisce di inserire una foto. Come sceglierla? Possibilmente una che non sia stata scattata in spiaggia o con degli occhiali da sole simpaticoni a forma di ananas. Lo so, sono carini ma a un selezionatore potrebbero non piacere. 

 I consigli degli esperti

 Per scattarla potreste rivolgervi ad un fotografo o potreste chiedere a un amico di scattarla. Abiti professionali, un bel sorriso (niente smorfie!) e un muro bianco come sfondo. 

 5. Lunghezza 

 Secondo alcuni studi (tra cui “Keeping an eye on recruiter behaviour”) i selezionatori dedicheranno circa 6 secondi al vostro curriculum. Quindi quanto dovrebbe essere lungo il vostro CV? Normalmente ci si ferma ad una pagina. Massimo due.

 I consigli degli esperti 

Scrivere tutto nel carattere più piccolo possibile non è una buona idea, non volete far perdere loro la vista prima di assumervi vero? Eliminate il superfluo. Se vi state proponendo come Marketing Strategist forse potete eliminare l'esperienza da babysitter in quinta superiore. E mettete in grassetto le parole che volete saltino all'occhio. 

 6. Formato 

 Quale curriculum usare? Se vi state proponendo per un'occupazione tradizionale il formato europeo dovrebbe andare bene, se quello che cercate è un lavoro che ha a che fare con la creatività forse dovreste valutare il curriculum creativo.

 I consigli degli esperti 

 Se siete grafici sicuramente saprete crearlo, altrimenti per tutti noi imbranati c'è Canva che ve ne offre alcuni gratis e veramente carini. Fate attenzione, la formattazione conta moltissimo!




7. Modificate il CV per ogni candidatura 

 Lo stesso curriculum non si adatta a ogni singola azienda. Come abbiamo già detto il vostro CV deve dimostrare al selezionatore che siete proprio quello di cui hanno bisogno e ogni azienda, per quanto simile, ha esigenze diverse. 


 I consigli degli esperti 

 Prima di inviare la vostra candidatura dovreste studiare i social, il sito e tutto ciò che riuscite a trovare sull'azienda. A quel punto potrete modificare il vostro cv per adattarlo all'azienda per la quale vi piacerebbe lavorare. 

 8. Mail di accompagnamento.

 Mi raccomando, evitate gli errori e date un occhio al registro. Se siete alla ricerca di un tirocinio in uno studio legale probabilmente dovrete tirar fuori il Manzoni che è in voi, se invece vorreste lavorare in un'agenzia pubblicitaria dovreste mantenere un tono sì formale ma senza esagerare, cercando di risultare comunque al passo con i tempi.


 I consigli degli esperti 

 Ancora una volta è importante conoscere bene l'azienda per proporsi nel modo migliore. Indagate! 

 9. Refusi 

 Controllate il vostro cv per evitare refusi, avrete sicuramente molte meno possibilità di essere assunti nel caso in cui il selezionatore dovesse trovare decine di errori nel vostro curriculum. 


 I consigli degli esperti 

 Dopo averlo controllato 100 volte dovreste probabilmente farlo rileggere ad un'altra persona perché si sa, i refusi scappano sempre.

Nessun commento: