Type Keyword and Press Enter to Search
×
Ciao a tutti!




Imparare una nuova lingua non è semplice e spesso sembra addirittura impossibile. Le giornate passate sui libri di grammatica sembrano non passare mai e vi sembra proprio di non ottenere risultati.
Come vi capisco! Parlo 5 lingue quindi fidatevi, ci sono passata anche io. Fortunatamente ho trovato il modo per studiare e migliorare una lingua in modo divertente e efficace quindi oggi sono qui per condividere le mie scoperte con voi.

1- STUDIARE LA GRAMMATICA. Mi dispiace ma non potete proprio saltarla. La grammatica  è sempre la base fondamentale di una lingua quindi prendete un buon libro di grammatica e esercitatevi.



2-  FLASHCARD. Le flashcard sono il metodo migliore per ricordare le parole nuove. Studiatene 10 nuove ogni giorno e a fine settimana saranno già 70. L'app/sito che preferisco è Anki.

3- LEGGERE. Leggere in lingua originale spesso risulta difficile, quando si parla di romanzi ci sembra di non capire nulla e si finisce per mollare dopo pochi capitoli. Il mio consiglio è di perseverare, non mollate, non cercate ogni singola parola che non conoscete ma solo quelle chiave o che vi incuriosiscono, provate a capire il senso della frase e arrivate fino alla fine. Vi assicuro che prima o poi ci farete l'abitudine e migliorerete. E soprattutto scegliete qualcosa che vi piace, non il mattone classico che non avreste mai preso in mano altrimenti. Ricordo ancora la difficoltà nel leggere il mio primo libro in inglese, eppure ora ne leggo almeno una cinquantina l'anno.

4- GUARDARE FILM/SERIE TV/YOUTUBE. Sono poche le persone a cui non piace farlo quindi vi consiglio di mettervi comodi e tirare fuori una busta di pop corn. Iniziate con i sottotitoli il lingua originale e più avanti toglieteli del tutto. Esattamente come per i libri all'inizio sarà traumatico, ma migliorerete.

5-  PARLARE. Per molti è la parte più ostica quindi vi consiglio di non tralasciarla e di esercitarla il più spesso possibile. Io aiuto un'amica chiacchierando in inglese una volta a settimana, insegno italiano e inglese su https://www.italki.com/. Ci sono centinaia di insegnanti e madrelingua disposti a parlare con voi sia gratuitamente che a pagamento. E ovviamente, se potete viaggiate e parlate con le persone del luogo.

Internet ci offre la possibilità di imparare tutto quello che vogliamo a costo zero quindi non abbiamo più scuse, è ora di rimboccarsi le mani e imparare (possibilmente divertendosi).
Spero che questi consigli possano esservi utili! Voi usate qualche trucco per imparare le lingue straniere?

Un bacino ❤
Ciao a tutti!



Oggi sono qui per parlarvi di L'amore e altre parole di Christina Lauren, edito Leggereditore.



Voto:❤❤❤❤ +


Trama

Macy Sorensen ha ventotto anni ed è una donna ambiziosa quanto abitudinaria. Lavora sodo come tirocinante in pediatria e sta per sposare un uomo più grande di lei, separato e finanziariamente stabile. Ma quando si imbatte in Elliot Petropoulos, il primo e unico amore della sua vita, le sue certezze iniziano a vacillare. Un tempo Elliot aveva rappresentato tutto il suo mondo: prima il migliore amico con cui condividere libri, parole preferite, delusioni e scanzonati pomeriggi estivi, poi l’uomo che, dopo la morte di sua madre, aveva convinto il suo cuore ad aprirsi di nuovo, per spezzarlo la notte stessa in cui le aveva dichiarato il proprio amore. Undici anni dopo, Macy è una donna riservata, che tiene le persone a distanza e si dedica anima e corpo alla professione, ma il caso per lei ha in serbo altro, e rimette Elliot sul suo cammino… Ormai estranei l’uno all’altra, con i ricordi oscurati dalla sofferenza per ciò che è successo molti anni prima, entrambi hanno la possibilità di riscoprire le emozioni travolgenti del primo amore, quello che non si dimentica mai, a patto però di superare il passato e andare oltre sé stessi…


Recensione

Mesi passati a leggere solo libri mediocri e un brutto blocco del lettore mi hanno portata a leggere qualche settimana fa L'amore e altre parole. Dopo aver amato alla follia Sotto lo stesso tetto sapevo che un altro romanzo di queste due autrici mi avrebbe sbloccata.

Macy si sta per sposare ma nessuno dei due sembra particolarmente innamorato, sono l'uno la seconda scelta dell'altro, ma condividere una vita abitudinaria e sicura sembra andare bene a entrambi. La vita di Macy però riceve uno scossone quando ricompare Elliot. Elliot che è stato il suo più grande amico, poi il suo primo e unico amore, il suo tutto e  che ora è uno sconosciuto affascinante che non vede da 11 anni. La verità è che nessuno dei due è riuscito a dimenticare l'altro e Elliot è disposto a tutto pur di riconquistarla.

Questo romanzo mi ha decisamente sbloccata. Ho passato tutto il giorno a leggere e ho persino apprezzato i ritardi di Trenitalia che mi hanno concesso qualche ora in più di lettura.
Nel romanzo si alternano, capitolo per capitolo, presente e passato, Macy e Elliot prima bambini e poi adolescenti che si conoscono e si innamorano pian piano e Macy e Elliot che cercano di ricostruire il loro rapporto undici anni dopo.
Mi sono piaciuti entrambi i personaggi, così diversi e uguali allo stesso tempo. Da pagina 1 non ti lasciano dubbi, loro sono anime gemelle.
Per gran parte del romanzo si parla di questo avvenimento misterioso, questa lite che li ha fatti allontanare per tutto questo tempo e io non sapevo cosa aspettarmi. Purtroppo ho trovato la spiegazione finale tremenda. Credo sia l'unico grosso difetto del romanzo perché non ha assolutamente senso. Ovviamente eviterò di fare spoiler ma non mi hanno convinta, il personaggio in questione non avrebbe mai fatto una cosa del genere e la spiegazione che le autrici hanno voluto dare va contro ogni tipo di logica perché sono cose che non succedono veramente, non così. Ho capito il motivo che le ha spinte a fare questa scelta, ma non la posso proprio apprezzare perché (lo ripeto ancora una volta) non ha senso. Fortunatamente sono riuscita a attribuire questo errore unicamente alle autrici e a ignorarlo senza rovinarmi la lettura. E non posso che esserne felice perché per tutto il resto questo libro mi ha conquistata al 100%.
Avendolo letto in lingua originale non so dirvi niente sulla traduzione italiana, ma la storia è scorrevole, passionale, romantica e coinvolgente. Perfetto per superare il blocco del lettore!

A presto!
Ciao a tutti!




Come ormai saprete non mi piace particolarmente parlare male di un prodotto, sia questo un film, un libro, o come in questo caso, una serie tv. Purtroppo capita di trovarsi davanti qualcosa non all'altezza e intendo essere sempre sincera.
Apro il post con una premessa necessaria: se la serie vi è piaciuta, sono solo contenta per voi. Non giudico nessuno, sono la prima a cui sono piaciute serie tv odiate dal mondo intero e anzi, vi invito a spiegarmi perché vi è piaciuta. Confrontarsi è sempre bello. Il mio è un parere puramente soggettivo.





Quando è uscito il trailer avevo deciso di non dargli nemmeno una possibilità, mi sembrava trash, offensivo e beh, semplicemente brutto. Ci sono tanti  bei telefilm che non riuscirò mai a vedere per questioni di tempo, quindi non volevo perdere qualche giorno per guardare qualcosa che non mi ispirava nemmeno un po'. Per una serie di motivi con i quali non voglio tediarvi, mi sono ritrovata a vedere la serie  e l'ho detestata. 
Sono incredibilmente dispiaciuta perché Debby Ryan mi piace molto, ai tempi di Zack e Cody sul ponte di comando aveva rubato il mio cuore e volevo darle il beneficio del dubbio con questa serie.
Prima di spiegarvi cosa non mi ha convinta forse dovrei raccontarvi la trama.

Dalla mente di Lauren Gausiss (Dexter) è nata la storia di Patty (Debby Ryan) vittima di bullismo perché in sovrappeso. Patty è stufa di essere presa in giro quindi attacca un barbone maleducato che in tutta risposta le frattura la mascella con un pugno. Qualche settimana di dieta liquida in ospedale fanno miracoli perché Patty ora è magra e pronta a buttarsi nel mondo dei concorsi di bellezza. Patty non è l'unica protagonista dello show, infatti in Insatiable viene raccontata in parallelo la storia di Bob Armstrong avvocato e mentore per concorsi di bellezza, una carriera distrutta da false accuse di molestie e nessuna ragione per continuare a vivere. Patty e Bob sono l'unica possibilità di redenzione l'uno dell'altro e la serie racconta  il modo in cui affronteranno le difficoltà e cercheranno di migliorare.
Questo succede? Non direi. Una delle cose che più mi disturba è che non c'è un briciolo di crescita in questi personaggi. Soprattutto per quanto riguarda Patty, alla fine della serie infatti ritroviamo la stessa identica ragazza del pilot.
Devo ammettere che la serie è molto diversa da quello che il trailer ci aveva fatto intuire. Insatiable infatti è stato per giorni al centro di una polemica sul body shaming, quando in realtà la serie non va in quella direzione. Devo ancora capire se si sia trattato di una geniale scelta di marketing o di un errore rivelatosi fruttuoso.
Quindi perché non mi è piaciuto? Insatiable cerca in ogni modo di essere divertente, politicamente scorretto anche, ma non è riuscito a strapparmi un sorriso nemmeno una volta in 12 episodi. C'è tutto in una sola serie: razzismo, omofobia, disturbi alimentari, misoginia, accettazione, stalking, omicidi e se da una parte posso solo essere contenta per tutte le minoranze incluse, tutto il resto risulta solo un minestrone mal riuscito. Cerca di parlare di tutto, senza riuscire a parlare bene di niente. Cerca di essere divertente e risulta solo noioso e altamente ripetitivo. Una protagonista completamente matta e molto difficile da apprezzare, adulti che si comportano da adolescenti e adolescenti totalmente fuori controllo.
Purtroppo, per quanto mi riguarda, Insatiable è una serie di cui non avevamo nessun bisogno, sicuramente non degna di nota e una delle serie tv più brutte che io abbia mai visto. So che è stata rinnovata per una seconda stagione quindi sto ancora decidendo se dargli una seconda possibilità o se usare il mio tempo per guardare qualcosa di più degno.

A voi è piaciuta?

A presto!
Ciao a tutti!




Avete presente quando iniziate Gennaio o l'anno scolastico perfettamente organizzati, buoni propositi, quaderni nuovi e con tutta la buona volontà del mondo?
Nel corso degli ultimi mesi ho trovato il modo perfetto per ricreare questa sensazione ogni settimana e oggi ho deciso di condividere con voi tutti i miei trucchetti.






1- TO DO LIST. Ogni domenica faccio una lista di tutto quello che mi serve per essere produttiva al 100% dal giorno successivo.








2- RIPULIRE LA MAIL. A volte sono abbastanza brava da farlo ogni giorno, ma normalmente arrivo la domenica con la mia casella di posta elettronica intasata e in disordine, quindi mi prendo un quarto d'ora per leggere, spostare e cancellare tutto.

3- SISTEMARE LE NOTE. Ogni settimana aggiungo decine di note sul telefono; film consigliati dagli amici, promemoria temporanei, liste ecc...
Quindi ogni domenica cancello ciò che non mi serve più e trasferisco le informazioni altrove quando non è fondamentale restino nel telefono.



4- RIPULIRE TELEFONO E COMPUTER. In questo caso parlo sia della pulizia fisica dei due oggetti, sia passare a cancellare e inserire nelle cartelle giuste tutto quello che nel corso della mia settimana frenetica ho lasciato fuori posto. Bonus: Ricaricare tutti i dispositivi elettronici che non devono essere ricaricati ogni giorno (es. Kobo, Speaker doccia, Power Bank, Smart Watch).

5- RIPULIRE LA BORSA. Nessuno vuole iniziare la settimana con una borsa piena di cartacce, scontrini e oggetti inutili che occupano spazio e aggiungono peso.

6- PIANIFICARE LA SETTIMANA. Ogni domenica sera mi metto davanti all'agenda e a Google Calendar per pianificare tutta la mia settimana. Inserisco il tempo libero, le uscite, il lavoro, lo studio e tutto ciò che fa parte della mia vita e intendo fare in settimana. Cerco di calcolare gli imprevisti e le ore in cui so di avere più energie. Voglio sempre iniziare la mia settimana sapendo esattamente cosa mi aspetta e non è solo un desiderio ma una necessità. Infatti non riuscirei mai a fare tutto senza questo metodo.

7- MEAL PLAN. Per mangiare sano, programmare i propri pasti è quasi necessario. Pensando in anticipo a tutti i piatti da cucinare e mangiare in settimana poi, il risparmio economico e di tempo sarà considerevole. Per una serie di motivi per me non è possibile, ma per chi potesse il meal prep è un'altra ottima risorsa. Potrete infatti preparare gran parte dei vostri pasti in un solo giorno senza dover perdere altro tempo in settimana. Uno dei miei video preferiti in merito è QUESTO.

8- LAVARE I PENNELLI DA TRUCCO. Non siate mai quelle persone che lavano i propri pennelli due volte l'anno, vi prego. Non solo è  terribilmente antigienico, ma la vostra pelle ne risentirà.
 Sono sincera, i miei pennelli non vengono sempre lavati ogni settimana, a volte arrivano alla seconda settimana, ma solo quando mi sono truccata solo una o due volte durante la settimana. Se mi trucco più di due volte, state certi che di domenica sarò a lavare i miei pennelli e la mia pelle mi ringrazia.

9- COCCOLARSI. Mai trascurarsi e per iniziare una settimana motivati e riposati bisogna coccolarsi un po'. Fatevi una maschera, un bagno caldo e una bella tazza di tè. La me del futuro mi ringrazia sempre.

10- OBIETTIVI. Una mezzora della mia domenica è dedicata interamente ai miei obiettivi. Mi premuro di fissarne di nuovi e piccini per la settimana e di monitorare quelli della settimana passata e di quelli a lungo termine. Facendo un bilancio posso  essere fiera di me e replicare il successo o  raddrizzare il tiro per fare meglio la settimana successiva.

Vi assicuro che prendervi qualche ora ogni domenica (o il giorno che preferite) per portare a termine tutte queste faccende non solo vi permetterà di iniziare la settimana con il piede giusto, ma vi cambierà la vita.

Un bacino!
Ciao a tutti!




Oggi siamo qui per parlare di Sei ancora qui di Daniel Waters, edito Sperling & Kupfer.


Image result for sei ancora qui libro

Voto:❤❤❤ 1/2


Trama


Veronica Calder, sedici anni, non ha sempre paura dei fantasmi. A volte quasi non le importa di vederli ovunque attorno a sé. Fanno parte della sua vita ormai, non può evitarli. Eppure, ci sono giorni in cui farebbe volentieri a meno di incontrare l'inquietante signora all'angolo di Case Street, o di dividere lo specchio con lo sconosciuto ragazzo biondo apparso come se niente fosse alle sue spalle. Ma è così dall'Evento, ovvero dal cataclisma che ha messo fine alla vita di milioni di persone. Da allora gli spiriti delle vittime sono dappertutto, abitano le città in un'insolita e quotidiana convivenza con i sopravvissuti. Per alcuni, la loro presenza è a tratti persino confortante, un modo come un altro per avere i propri cari ancora accanto a sé. Veronica preferirebbe che quelle anime potessero riposare, ma in fondo, anche per lei, vedere suo padre ogni mattina, seduto al solito posto in cucina, a leggere il giornale, è meglio di non vederlo affatto. C'è qualcuno, però, che ancora non si è arreso a questa nuova realtà. Qualcuno che, distrutto dal dolore, ha deciso di mettere in atto un piano tanto ambizioso quanto terribile. Un piano che soltanto Veronica può fermare.


Recensione

Devo ammettere che prima di leggere questo romanzo non sapevo assolutamente di cosa parlasse. So che c'è un film con Bella Thorne ma non mi è mai capitato di vedere nemmeno il trailer, quindi mi sono buttata in questo mondo bizzarro popolato dai fantasmi senza nessuna aspettativa. E devo dire che mi ha sorpresa.

Veronica ha sedici anni e vive in un mondo in cui fantasmi e persone coesistono pacificamente. Dall'Evento, una tragedia che ha portato alla morte di milioni di persone, ogni giorno questi spettri appaiono per ripetere le stesse azioni ignorando i vivi. I fantasmi hanno sempre affascinato Veronica, così  Kirk decide di aiutare un professore a fare qualche ricerca per fare colpo sulla ragazza. Quello che i ragazzi non sanno è che c'è qualcuno, distrutto dal dolore, che ha in serbo progetti terribili per la povera Veronica.

Sei ancora qui è un romanzo tremendamente intrigante, un mix perfetto di paranormal e thriller che non annoia nemmeno per un attimo.
Purtroppo la protagonista è la parte più debole della storia, infatti ho trovato Veronica eccessivamente infantile, capricciosa e molte delle sue scelte per me non hanno particolarmente senso. Fortunatamente il suo non è l'unico POV della storia; il fantasma che appare ogni mattina nel bagno della protagonista e un assassino seriale si contendono l'attenzione.
Ho apprezzato moltissimo tutta la parte della storia relativa agli omicidi, da fan dei thriller particolarmente cruenti è stato un piacere trovare un assassino un po' disturbato e inquietante in un romanzo per ragazzi. Non fraintendetemi, l'autore non ha esagerato e non c'è niente di folle, ma spesso credo che gli autori siano un po' troppo delicati nei libri per ragazzi. Va bene non esagerare, ma nei libri di questo  genere pretendo un po' di sana inquietudine che qui non manca.
Ho trovato il finale un po' troppo affrettato e avrei preferito che alcuni personaggi e avvenimenti venissero approfonditi e chiariti meglio, in ogni caso Sei ancora qui risulta una lettura molto scorrevole e intrigante. Consigliato anche se Halloween è già passato!

A presto!