Type Keyword and Press Enter to Search
×
Buongiorno personcine!






Oggi parliamo di un film che ho visto e rivisto da piccina: Un ponte per Terabithia.
Sono sicura lo abbiate già visto e adorato  quasi tutti quindi fatemi sapere nei commenti se ho ragione.
Jesse è un ragazzino molto timido che ama disegnare, la sua famiglia è troppo numerosa e povera, il padre lo trascura e a scuola viene costantemente bullizzato.
Leslie è figlia di due scrittori, è estroversa, ha una mente brillante, un'immaginazione fervida ed è la nuova vicina di casa di Jesse.
I due ragazzini fanno presto amicizia e durante una corsa  trovano una vecchia corda appesa a un ramo che permette loro di raggiungere l'altra sponda del fiume, ed è proprio quella terra che prenderà il nome di Terabithia.
Ben presto si capisce che quello che di primo acchito può sembrare un film fantasy non è altro che una meravigliosa storia d'amicizia e il manifesto dell'immaginazione nella sua forma più pura.
 Leslie e Jesse hanno trovato in quel terreno abbandonato un regno in cui possono dimenticare tutti i loro problemi, e chiudendo gli occhi e aprendo la mente immaginano creature misteriose con cui allearsi o contro cui combattere.
Del finale non vi parlo perchè c'è un grandissimo colpo di scena e nel caso ci fosse qualcuno che non ha ancora visto il film (il mio ragazzo l'ha visto pochi giorni fa per la prima volta) non vorrei fare la spoilerata del secolo, però posso dirvi che questo è il primo film con cui ho pianto.
Un ponte per Terabithia è un film che tutti dovrebbero vedere, magari anche nel periodo delle medie, perchè ti insegna che essere diversi può essere un pregio e che non importa quanti problemi tu abbia, là fuori c'è sempre qualcosa in grado di renderti felice. Ma il messaggio più importante è che con l'immaginazione si può fare tutto quel che si vuole, basta crederci. Per quanto mi riguarda gli adulti hanno sempre cercato di riportarmi con i piedi per terra soffocando la mia fantasia e questo è uno dei film e libri che non hanno permesso loro di riuscirci.
Ho amato questo film da bambina e continuo a riguardarlo  e a pensarci con grandissimo affetto forse perchè la piccola Jessie era proprio come Leslie e rivedermi lì sullo schermo fa sempre un certo effetto.
I piccoli Josh Hutcherson e AnnaSophia Robb sono adorabili, perfetti nella parte e sono sicura che riusciranno a commuovervi.
Quindi che aspettate? Chiudete gli occhi, aprite la mente e schiacciate Play.

Bacini <3



Voto:♥   ♥   ♥   ♥ + (il più è per le ultime pagine)

Trama

Tutti desiderano diventare qualcuno nella vita. Layla Harrison vuole fare la giornalista; Aster Amirpour sogna di essere un'attrice di successo; Tommy Phillips ha intenzione di diventare una rockstar. Madison Brooks ci è riuscita: ha afferrato il destino e lo ha piegato al proprio volere molto tempo fa. Ora è la più acclamata stella di Hollywood, e ciò che ha fatto per diventare il personaggio di cui tutti parlano è solo una macchia sull'asfalto, polvere sotto i tacchi delle sue Louboutin. Finché Layla, Aster e Tommy non ricevono un invito speciale per entrare nel mondo esclusivo della vita notturna di Los Angeles e partecipare a una spietata competizione di cui Madison Brooks è l'obiettivo. Ma proprio quando le loro speranze si accendono come stelle che bucano lo smog della California, Madison Brooks scompare... e le aspettative dei quattro ragazzi si spengono, oscurate da una nebbia di bugie.

Recensione


Ho puntato questo romanzo appena è uscito, forse grazie alla copertina accattivante o forse perchè tutti mi assicuravano che da orfana di Gossip Girl lo avrei adorato, e finalmente dopo mesi sono riuscita ad accaparrarmelo a soli 2 euro e avevano ragione, l'ho letteralmente amato.
Unrivaled è decisamente la versione west-coast di Gossip Girl con un favoloso pizzico di Pretty Little Liars.
Layla è una blogger con i piedi per terra e animata da uno smisurato desiderio di smascherare i vips e di distruggere il loro piccolo mondo sfavillante fatto di bugie, ma ha bisogno di soldi per pagarsi la scuola di giornalismo.
Tommy è musicista, un ragazzo semplice che viene da un piccolo paesino e vuole solo conoscere suo padre, però il suo piano non è esattamente ben congegnato.
Aster, infine, vuole solo diventare una star nonostante la sua famiglia si aspetti da lei decisioni completamente diverse.
L'unico modo dei nostri protagonisti per realizzare i loro sogni è vincere la competizione Unrivaled.
Questa sfida, indetta da un ricco proprietario di locali, trasforma dodici ragazzi in promettenti PR che dovranno riempire i locali con la crème de la crème di Hollywood. Solo uno, il migliore, porterà a casa il bramatissimo premio in contanti.
Madison è una star, nonchè quella più desiderata dai locali che ospitano la competizione, ma il suo misterioso passato sembra non lasciarle un attimo di tregua.
Il mistero cala su Hollywood quando la Hit Girl Madison sparisce nel nulla e in qualche modo i nostri tre PR si ritrovano proprio nel bel mezzo del dramma.

Ragazzi che romanzo! Sapevo mi sarebbe piaciuto, ma non mia aspettavo minimamente la svolta noir. Credevo di aver di fronte solo il mondo sbrilluccicante di Hollywood, pensavo che avrei trovato solo i classici intrighi e tradimenti dell'Upper East Side e mi andava bene, ma gente mia, la seconda metà mi ha tenuta incollata al libro fino alle 2 di notte.
Proprio così, l'ho letto in un giorno, non riuscivo a smettere e le ultime pagine sono incredibili, un cliffhanger davvero ben fatto, uno di quelli che ti lascia lì a disperarti perchè dovrai aspettare un anno in balia dei tuoi mille dubbi.
Il mio personaggio preferito è sicuramente Aster, non perchè io mi riveda particolarmente in lei, ma perchè tra i tre era quella che mi incuriosiva di più, erano i suoi POV che aspettavo con impazienza e a quanto pare ci avevo visto giusto dato che gioca un ruolo niente male all'interno della storia.
Sono riuscita a sopportare Layla solo negli ultimissimi capitoli, quindi spero che continui così nel prossimo romanzo perchè, per tutta la prima parte, i capitoli a lei dedicati hanno rischiato di essere strappati dal libro.

Le mie parti preferite sono state decisamente quelle in cui il nostro trio ha collaborato, sono certa che il loro rapporto si evolverà e che ci regalerà moltissime gioie, mi sono sembrati moltissimo le mie Liars.

Per farla breve, il libro mi è piaciuto davvero da matti e non vedo l'ora di avere tra le mani il secondo romanzo.
Voi correte a leggerlo e fatemi sapere!

Ps. Alyson Noel è l'autrice della saga degli Immortali.

Buongiorno personcine!




Potrei piangere. Il nostro percorso insieme finisce qui, questo è stato l'ultimo episodio di Containment.
So che non ho commentato con voi gli ultimi episodi, ma la sessione estiva mi ha risucchiata, però non potevo non salutarvi con un ultimo SCLERO-COMMENTO.

Meese, Jana, Quentin, Sooz, Xander, Teresa e la bambina stanno cercando di uscire dall'area protetta, peccato che Sabine abbia deciso di far saltare tutti i tunnel.
Eccovi una gif di Sabine!



Me



Dopo che è morta la metà della ship più amata della serie



il dottor Cannerts è finalmente riuscito ad arrivare a una soluzione, ma non è così semplice.



Serve un donatore.
Così Jake decide di fare un discorso importante, uno di quelli che speri possano cambiare l'umanità, poi si accorge che non funziona quindi promette prestazioni sessuali in cambio di aiuto.



Quindi trovano un donatore e di conseguenza una cura.



Poi però ti ricordi che Katie è morta.



Passiamo ai miei preferiti, i tenerissimi vecchietti direttamente da "Le pagine della nostra vita"

c5




Alla fine hanno deciso di morire insieme spezzandomi il cuore in tanti pezzettini. Sono l'amore.
 Dopo la morte dei nonni, Xander si è dimostrato ancora una volta il meraviglioso fidanzato che è chiedendo a Teresa di sposarlo.





Lex trova un modo per scegliere sia l'amore che il suo dovere e finalmente ha una gioia

c9



Sono assolutamente adorabili.

 Come nelle migliori storie il cattivo, la Lommers, viene incriminato





E vissero per sempre tutti felici e contenti.



Non proprio tutti...

‘’This Cordon has  changed  me. The one thing I never thought I’d find in all this sadness and sickness and death is love. And I’m going to try and honor that. And be one of the people who rises up.‘’








Vorrei ringraziarvi uno per uno per aver seguito con me questo telefilm, spero di avervi tenuto compagnia e  di avervi strappato qualche sorriso. Ringrazio di cuore anche Chris Wood Italia per aver condiviso tutte le mie recensioni facendole arrivare a tanti piccoli e teneri  fans.
Se vi fa piacere, mi troverete qui a commentare tante altre serie tv, quindi non disperatevi, di me non vi libererete mai.

Dato che siete tanto carini e coccolosi vi chiedo, se vi va, di iscrivervi ai lettori fissi/followers qui a destra e alla pagina facebook che mostra tutto il mio disagio. Mi fareste un grosso favore.
 Ma prima di lasciarvi voglio ripercorrere con voi i  momenti più belli del Chris Wood Show!
Mettete "Sexy Back" in sottofondo e fatemi sapere se state per vomitare arcobaleni.




Chris Wood in Containment - ARMageddonChris Wood in Containment - ARMageddon

Chris Wood in Containment - ARMageddon

Chris Wood in Containment - ARMageddon



















"Did you miss me?" Credo che questo sia il vero tormentone di Rosewood: altro che "It's complicated"! Sembra si stia riformando la vecchia squadra di teppisti di Rosewood con Jenna e Noel in combutta dopo tanto tempo. Peccato per il terzo incomodo. Spero che gli sceneggiatori non abbiano intenzione di rovinare il personaggio di Jenna a causa di Sara. Mi ha veramente infastidito vederle fare comunella; non perché Sara mi stia antipatica con i suoi atteggiamenti da basic bitch che possiamo trovare in qualsiasi teen drama, ma per come è scritto questo brutto personaggio che non ha senso. NON HA SENSO. Prima o poi (più "poi" che "prima", a quanto pare) ci riveleranno tutta la sua storia (almeno lo spero), ma per ora questo personaggio non ha il minimo senso: è scritto male e gli sceneggiatori non sanno come gestire la cosa. Per tutta, ripeto, TUTTA la 6B, Sara non ha fatto altro che gironzolare per Rosewood senza concludere un BEL NIENTE. Non è possibile che dopo la rivelazione avvenuta nella 6x10, siamo ancora al punto di partenza con Sara. Non è possibile che gli sceneggiatori prendano il suo personaggio e la gestiscano come una burattina che cambia stanza da un episodio all'altro. Il suo personaggio è irritante e inconcludente. Questa cosa non è accettabile, soprattutto dopo averle fatto interpretare Red Coat e la Vedova Nera. Ma di cosa stiamo parlando? Sembra una barzelletta. 'Sta tizia va qui, va lì, si fa il solito giretto con il solito atteggiamento che sembra voglia farci capire che stia cospirando qualcosa di grosso e poi, puf, ricomincia il giro. L'unica cosa che potrebbe tranquillizzarci è il fatto che Jenna avrà dalla sua parte anche Noel, uno dei vecchi personaggi. Vediamo di non fare cazzate, grazie. Non so se credere alle parole di Mary Drake, ma pare che si siano ribaltati i ruoli: Archer era il burattinaio (insieme ad Uber A o come cavolo si chiama). Quindi, Archer e Uber A vogliono l'assassino/a di Charlotte, solo che neanche loro non hanno la minima idea di chi possa essere. Insomma, vista l'assenza di prove contro Alison, Uber A si è reso conto della idiozia delle Liars che gli hanno consegnato la persona sbagliata. Uber A, ma cosa ti aspettavi? Stiamo parlando pur sempre delle Liars che hanno accusato Alison scrivendo il suo nome sui bigliettini. Jenna collaborava con Archer insieme a Mary, ma può darsi che anche lei sia stata all'oscuro del vero piano di Archer. In tutto ciò, dove si colloca Sara? Tecnicamente, Sara dovrebbe essere dalla parte di Charlotte per tutti i ruoli che le hanno dato, ma non lo possiamo ancora sapere. Benissimo. Facciamo girovagare a vuoto i personaggi fino alla grande rivelazione. Anche in quest'episodio le Liars hanno fatto le loro indagini. Sì, indagini ad cazzum (date un paio di guanti a queste ragazze, grazie), però almeno si mettono in gioco. Spero che il detective Furey non sia il solito belloccio inutile. L'unica che sembrava vagamente decente era la Tanner, ma anche lei si è persa per la strada. Holbrook mi ha fatto rimpiangere Wilden, quindi no comment. Ah, poi c'è Lorenzo che è durato due secondi, quindi non lo prendiamo nemmeno in considerazione. Comunque, Wilden trova sempre il modo di essere presente in ogni stagione attraverso citazioni, maschere e foto. Non so voi, ma io sento puzza di supercazzola in arrivo per quanto riguarda la storyline di Aria ed Ezra: ho la vaga sensazione che Nicole tornerà. Io non sono un fan degli Ezria, però trovo giusto che coronino il loro amore sposandosi e bla bla bla. Ora, qual è il senso di far ritornare Nicole quando sappiamo benissimo che Aria ed Ezra si sposeranno di sicuro? Per mettere altri ostacoli inutili per allungare il brodo? Io spero che dietro ci sia lo zampino di qualcuno, ma ne dubito. Nicole sarebbe una Maggie 2.0. Sai che novità. Quanto sarebbe trash se si presentasse proprio il giorno del matrimonio? Ecco, allora sì. Se vogliamo fare del sano trash, facciamolo bene. Non perdiamo trecentomila episodi con Ezra diviso tra Aria e Nicole quando sappiamo benissimo che, in caso di scelta stile "Uomini e Donne", Ezra sceglierebbe Aria. Sia chiaro, anche se Nicole si presentasse al matrimonio all'improvviso, Ezra sposerebbe sempre Aria, però sarebbe più divertente. Spero che il matrimonio di Aria sia una bella occasione per un episodio speciale in cui vengano radunati tutti i vecchi personaggi. La 7x06 verrà mandata in onda tra due settimane. Liars, ritornate in fretta!
Buongiorno lettori!



Voto:♥   ♥   ♥   ♥ 

Trama
È una mattina di gennaio quella in cui Theodore Finch decide di salire sulla torre della scuola per capire come ci si sente a guardare di sotto. L'ultima cosa che si aspetta però è di trovare qualcun altro lassù. Men che meno Violet Markey, una delle ragazze più popolari del liceo. Eppure Finch e Violet si somigliano più di quanto possano immaginare. Sono due anime fragili. È in quel preciso istante che i due ragazzi provano la vertigine che li legherà nei mesi successivi. I giorni in cui un progetto scolastico li porterà alla scoperta dei luoghi più bizzarri del loro Paese e l'amicizia si trasformerà in un amore travolgente, una corsa contro il tempo. E alla fine di questa corsa, a rimanere indelebile nella memoria sarà l'incanto di una storia d'amore tra due ragazzi che stanno per diventare adulti.

Recensione


Conosco questo romanzo da diversi mesi, però mi sono decisa ad iniziarlo solo lo scorso weekend dato che le mie amiche blogger (Devilishly Stylish,Words of Books,We found wonderland in books,Il castello tra le nuvole) me l'hanno regalato per il compleanno autografato dalla dolcissima Jennifer Niven.
Sapevo fin dall'inizio cosa aspettarmi (anche se sono stata brava e non ho cercato nessuno spoiler) perchè conosco fin troppo bene le tematiche trattate in questo romanzo e trovo che l'autrice sia riuscita a rendere alla perfezione lo stato d'animo di un adolescente confuso e spezzato.
Ma partiamo dal principio.
Finch e Violet non potrebbero essere più diversi: lui è lo strambo della scuola e lei ne è la reginetta, eppure in una normalissima mattina di Gennaio i due si incontrano sul cornicione della torre della scuola. Finch non si è mai sentito accettato e Violet non riesce a superare un lutto. Queste due anime fragili si ritrovano a condividere molto più di quello che credono e dopo l'episodio della torre Finch decide di salvare Violet da se stessa incastrandola in un progetto scolastico.
Questo è uno di quei romanzi che ti fa riflettere, che scava in profondità e tira fuori tutto quello che hai. Come ho già detto il tema della depressione e del suicidio non mi è nuovo, è un tema delicato e spesso trattato in modo superficiale, quindi devo ammettere di essere rimasta sorpresa trovando qualcosa di vero in quello che leggevo.
Già dai primi capitoli però, sono riuscita ad intuire il finale ( che non voglio spoilerare ), perchè a dirla tutta era la soluzione più realistica, quindi per quanto sia triste, non ho inzuppato il mio povero libro, ma ho semplicemente accettato il finale. Doveva andare così.
Il personaggio in cui sono rivista maggiormente è sicuramente Violet, una ragazza che ha semplicemente perso la bussola, ma che  scompare davanti a un personaggio come Finch.
 Finch è complesso, è un personaggio dalle mille sfaccettature, un'anima spezzata completamente alla deriva. Non è diventato un fidanzato di carta perchè non ha le caratteristiche che solitamente mi fanno innamorare, ma è un personaggio interessante, molto complesso e triste e ti chiedi fin dal principio se riuscirà a nuotare contro corrente per tornare a riva. Finch è anche un personaggio eccentrico, impulsivo, alterna momenti di gioia ed eccitazioni pura a giornate passate sul precipizio. Può una persona così instabile essere la roccia di qualcun altro?
Ho adorato tutti i passaggi in cui si analizzano i diversi tipi di suicidio, specialmente quelli che comprendevano persone famose come Cesare Pavese e Virginia Woolf, e la semplicità con cui ne parla Finch.
Trovo sia perfetta anche l'immagine che ne è uscita dei genitori, spesso troppo distanti, occupati, impotenti, ma soprattutto che negano l'evidenza rifiutandosi di vedere ciò che hanno davanti agli occhi.
Ci si sente abbandonati, ma allo stesso tempo non si vuole dar loro altre preoccupazioni, c'è la paura di non essere creduti e la volontà di sembrare forti.
Questo romanzo è chiaramente ciò che serve ai giovani per comprendere ciò che il mondo non ha ancora capito: non tutte le malattie sono visibili, non tutte sono fisiche, alcune sono ancora più spaventose e si nascondono portandoti lentamente in un posto da cui, purtroppo, spesso non si riesce a tornare indietro.

-Curiosità: Uscirà un film tratto da questo romanzo e per il ruolo di Violet è già stata fermata Elle Fanning.
Buongiorno cinefili!



Voto:♥   ♥   ♥   ♥ (nel suo genere)

Oggi sono qui per parlarvi di una commedia che ho visto moltissimi anni fa per la prima volta, ma che ho in DVD e quindi rivedo piuttosto spesso perchè è terribilmente carino.

Questa volta siamo di fronte alla classica commedia americana leggera, per niente volgare e che non regala grasse risate ma semplici e dolcissimi sorrisi. Il diario di una tata è insomma un perfetto scaccia-pensieri.
Capirete molto presto il motivo per cui mi piace così tanto.

Scarlett Johansson è Annie, una giovanissima laureata pronta a tuffarsi nel mondo del lavoro. O meglio, dovrebbe essere pronta, in realtà Annie non sa ancora chi è o cosa vuole fare della sua vita.
Durante una passeggiata a Central Park, Annie si imbatte nel suo destino: biondo, tenerissimo, piccino e trascurato dai genitori. La nostra protagonista perciò decide di diventare una tata per una famiglia molto ricca di Manhattan e saremo anche lontani dalle passerelle, ma il nuovo boss di Annie non ha nulla da invidiare a Miranda Priestly.
Ci tengo a dire che la storia di questo film è prevalentemente quella di Annie e del piccolo Grayer, ma  io non riesco a non parlarvi di Chris Evans nei panni del classico ragazzo, bello bellissimo, ricco ricchissimo ma dal cuore buono  che vive nello stesso palazzo della famiglia X e perde la testa per la tata imbranata del piano di sopra. Non si può non innamorarsi di lui in questo film.



Scarlett e Chris sono il mio guilty pleasure, insieme mi fanno impazzire e in questa pellicola sono assolutamente adorabili.



Mi è piaciuto molto vedere Scarlett, solitamente molto sensuale, nei panni di una semplice e goffissima neo laureata e devo anche confessarvi che potrei essermi commossa una volta o due nelle sue scene con il bambino.



Non sarà un filmone da vedere ad ogni costo, ma è un film senza troppe pretese, da vedere durante una serata in famiglia e che ti manda a letto con il sorriso stampato sulle labbra.
D'altronde cosa c'è di meglio della tata che con la sua spontaneità e con il suo amore riesce ad aprire gli occhi ai genitori più insensibili?


Buongiorno lettori!



Immagino e spero che tutti voi abbiate visto almeno qualche episodio di Una mamma per amica, se così non fosse vi supplico di andare subito a recuperare.
La nostra Rory Gilmore non è solo una gran studiosa, ma anche una divoratrice di libri, quindi ho pensato di postarvi qui la lista di tutti i romanzi che dice di aver letto.
Mi raccomando: ditemi quanti ne avete letti e  quali avete letto o vi piacerebbe leggere.


  1. 1984 – George Orwell
  2. Le avventure di Huckleberry Finn – Mark Twain
  3. Alice nel paese delle meraviglie – Lewis Carroll
  4. Le fantastiche avventure di Kavalier & Clay by Michael Chabon
  5. Una tragedia americana – Theodore Dreiser
  6. Le ceneri di Angela by Frank McCourt
  7. Anna Karenina – Leo Tolstoj
  8. Il diario di Anna Frank – Anne Frank
  9. Archidamian War – Donald Kagan
  10. L’arte del romanzo – Henry James
  11. L’arte della guerra – Sun Tzu
  12. Mentre morivo – William Faulkner
  13. Espiazione – Ian McEwan
  14. Autobiografia di un volto – Lucy Grealy
  15. Il risveglio – Kate Chopin
  16. Babe maialino coraggioso – Dick King-Smith
  17. Backlash: The Undeclared War Against American Women – Susan Faludi
  18. Balzac e la piccola sarta cinese – Dai Sijie
  19. Bel Canto – Ann Patchett
  20. La campana di vetro – Sylvia Plath
  21. Amatissima – Toni Morrison
  22. Beowulf – Seamus Heaney
  23. Bhagava Gita
  24. I fratelli Bielski – Peter Duffy
  25. Bitch rules. Consigli di comune buonsenso per donne fuori dal comune – Elizabeth Wurtzel
  26. Un fulmine a ciel sereno e altri saggi – Mary McCarthy
  27. Il mondo nuovo – Aldous Huxley
  28. Brick Lane – Monica Ali
  29. Bridgadoon – Alan Jay Lerner
  30. Candido – Voltaire
  31. I racconti di Canterbury – Chaucer
  32. Carrie – Stephen King
  33. Comma 22 – Joseph Heller
  34. Il giovane Holden – J. D. Salinger
  35. La tela di Carlotta – E. B. White
  36. La calunnia – Lillian Hellman
  37. Christine. La macchina infernale – Stephen King
  38. Canto di Natale – Charles Dickens
  39. Arancia meccanica – Anthony Burgess
  40. Il codice dei Wooster o Jeeves non si smentisce – P.G. Wodehouse
  41. The Collected Stories – Eudora Welty
  42. La commedia degli errori – William Shakespeare
  43. Novelle – Dawn Powell
  44. I poemi – Anne Sexton
  45. Narrativa completa – Dorothy Parker
  46. Una banda di idioti – John Kennedy Toole
  47. Il conte di Monte Cristo – Alexandre Dumas
  48. La cugina Bette – Honore de Balzac
  49. Delitto e castigo – Fyodor Dostoevsky
  50. Il petalo cremisi e il bianco – Michel Faber
  51. Il crogiuolo – Arthur Miller
  52. Cujo – Stephen King
  53. Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte – Mark Haddon
  54. La figlia della fortuna – Isabel Allende
  55. Lisa e David – Dr Theodore Issac Rubin M.D
  56. David Copperfield – Charles Dickens
  57. Il codice Da Vinci – Dan Brown
  58. Le anime morte – Nikolai Gogol
  59. I demoni – Feodor Dostoyevsky
  60. Morte di un commesso viaggiatore – Arthur Miller
  61. Deenie – Judy Blume
  62. The Devil in the White City: Murder, Magic, and Madness at the Fair that Changed America – Erik Larson
  63. The Dirt: Confessions of the World’s Most Notorious Rock Band – Tommy Lee, Vince Neil, Mick Mars and Nikki Sixx
  64. La Divina Commedia – Dante
  65. I sublimi segreti delle Ya-Ya Sisters – Rebecca Wells
  66. Don Chisciotte – Cervantes
  67. A spasso con Daisy – Alfred Uhrv
  68. Dr. Jekyll & Mr. Hyde – Robert Louis Stevenson
  69. Tutti i racconti e le poesie – Edgar Allan Poe
  70. Eleanor Roosevelt – Blanche Wiesen Cook
  71. L’Acid Test al Rinfresko Elettrikodi – Tom Wolfe
  72. Ella Minnow Pea: A Novel in Letters – Mark Dunn
  73. Eloise – Kay Thompson
  74. Emily la stramba – Roger Reger
  75. Emma – Jane Austen
  76. Le cascate del cuore – Richard Russo
  77. Enciclopedia marrone – Donald J. Sobol
  78. Ethan Frome – Edith Wharton
  79. Etica – Spinoza
  80. Europe through the Back Door, 2003 – Rick Steves
  81. Eva Luna – Isabel Allende
  82. Ogni cosa è illuminata – Jonathan Safran Foer
  83. Extravagance – Gary Krist
  84. Fahrenheit 451 – Ray Bradbury
  85. Fahrenheit 9/11 – Michael Moore
  86. The Fall of the Athenian Empire – Donald Kagan
  87. Fat land. Il paese dei ciccioni. Perché gli americani sono diventati il popolo più grasso del mondo e come evitare di fare la stessa fine – Greg Critser
  88. Paura e disgusto a Las Vegas – Hunter S. Thompson
  89. La compagnia dell’anello – J. R. R. Tolkien
  90. Il violinista sul tetto – Joseph Stein
  91. Le cinque persone che incontri in cielo – Mitch Albom
  92. Finnegan’s Wake – James Joyce
  93. Giovedì mi ucciderai – Gregory McDonald
  94. Fiori per Algernon – Daniel Keyes
  95. La fortezza della solitudine – Jonathan Lethem
  96. La fonte meravigliosa – Ayn Rand
  97. Frankenstein – Mary Shelley
  98. Franny e Zooey – J. D. Salinger
  99. A ciascuno il suo corpo – Mary Rodgers
  100. Galapagos – Kurt Vonnegut
  101. La disfatta del genere – Judith Butler
  102. George W. Bushism: The Slate Book of the Accidental Wit and Wisdom of our 43rd President – Jacob Weisberg
  103. Gidget – Fredrick Kohner
  104. Ragazze interrotte – Susanna Kaysen
  105. I vangeli gnostici – Elaine Pagels
  106. Il padrino: libro 1 – Mario Puzo
  107. Il dio delle piccole cose – Arundhati Roy
  108. Goldilocks and the Three Bears – Alvin Granowsky
  109. Via col vento – Margaret Mitchell
  110. The Good Soldier – Ford Maddox Ford
  111. The Gospel According – Judy Bloom
  112. Il laureato – Charles Webb
  113. Furore – John Steinbeck
  114. Il grande Gatsby – F. Scott Fitzgerald
  115. Grandi speranze – Charles Dickens
  116. Il gruppo – Mary McCarthy
  117. Amleto – William Shakespeare
  118. Harry Potter e il calice di fuoco – J. K. Rowling
  119. Harry Potter e la pietra filosofale – J. K. Rowling
  120. L’opera struggente di un formidabile genio – Dave Eggers
  121. Cuore di tenebra – Joseph Conrad
  122. Helter Skelter. Storia del caso Charles Mansondi – Vincent Bugliosi and Curt Gentry
  123. Enrico IV, parte I – William Shakespeare
  124. Enrico IV, parte II – William Shakespeare
  125. Enrico V – William Shakespeare
  126. Alta fedeltà – Nick Hornby
  127. Storia del declino e della caduta dell’impero romano – Edward Gibbon
  128. Holidays on Ice: Stories – David Sedaris
  129. The Holy Barbarians – Lawrence Lipton
  130. La casa di sabbia e nebbia – Andre Dubus III
  131. La casa degli spiriti – Isabel Allende
  132. Quando ho imparato a respirare sott’acqua – Julie Orringer
  133. How the Grinch Stole Christmas – Dr. Seuss
  134. How the Light Gets In – M. J. Hyland
  135. Urlo – Allen Ginsberg
  136. Il gobbo di Notre Dame – Victor Hugo
  137. Iliade – Omero
  138. Sto con la Band – Pamela des Barres
  139. A sangue freddo – Truman Capote
  140. Inferno – Dante
  141. Inherit the Wind – Jerome Lawrence and Robert E. Lee
  142. Iron Weed – William J. Kennedy
  143. It Takes a Village – Hillary Rodham Clinton
  144. Jane Eyre – Charlotte Bronte
  145. Il circolo della fortuna e della felicità – Amy Tan
  146. Giulio Cesare – William Shakespeare
  147. La rana saltatrice – Mark Twain
  148. La giungla – Upton Sinclair
  149. Due giorni alla fine – Tony Vigorito
  150. The Kitchen Boy: A Novel of the Last Tsar – Robert Alexander
  151. Kitchen Confidential: Adventures in the Culinary Underbelly – Anthony Bourdain
  152. Il cacciatore di aquiloni – Khaled Hosseini
  153. L’amante di Lady Chatterley – D. H. Lawrence
  154. The Last Empire: Essays 1992-2000 – Gore Vidal
  155. Foglie d’erba – Walt Whitman
  156. La leggenda di Bagger Vance – Steven Pressfield
  157. Meno di zero – Bret Easton Ellis
  158. Letters to a Young Poet -by Rainer Maria Rilke
  159. Balle! E tutti i ballisti che ce le stanno raccontando – Al Franken
  160. Vita di Pi – Yann Martel
  161. La piccola Dorrit – Charles Dickens
  162. The Little Locksmith – Katharine Butler Hathaway
  163. La piccola fiammiferaia – Hans Christian Andersen
  164. Piccole donne – Louisa May Alcott
  165. La mia vita, la mia storia – Hillary Rodham Clinton
  166. Il signore delle mosche – William Golding
  167. La lotteria – Shirley Jackson
  168. Amabili resti – Alice Sebold
  169. Love Story – Erich Segal
  170. Macbeth – William Shakespeare
  171. Madame Bovary – Gustave Flaubert
  172. The Manticore – Robertson Davies
  173. Il maratoneta – William Goldman
  174. Il maestro e margherita – Mikhail Bulgakov
  175. Memorie di una ragazza per bene – Simone de Beauvoir
  176. Memorie del generale W. T. Sherman – William Tecumseh Sherman
  177. Me parlare bello un giorno – David Sedaris
  178. The Meaning of Consuelo – Judith Ortiz Cofer
  179. Mencken’s Chrestomathy – H. R. Mencken
  180. Le allegre comari di Windsor – William Shakespeare
  181. La metamorfosi – Franz Kafka
  182. Middlesex – Jeffrey Eugenides
  183. Anna dei miracoli – William Gibson
  184. Moby Dick – Herman Melville
  185. The Mojo Collection: The Ultimate Music Companion – Jim Irvin
  186. Moliere: A Biography – Hobart Chatfield Taylor
  187. A Monetary History of the United States – Milton Friedman
  188. Monsieur Proust – Celeste Albaret
  189. A Month Of Sundays: Searching For The Spirit And My Sister – Julie Mars
  190. Fiesta – Ernest Hemingway
  191. Mrs. Dalloway – Virginia Woolf
  192. La tragedia del Bounty – Charles Nordhoff and James Norman Hall
  193. My Lai 4: A Report on the Massacre and It’s Aftermath – Seymour M. Hersh
  194. My Life as Author and Editor – H. R. Mencken
  195. My Life in Orange: Growing Up with the Guru – Tim Guest
  196. Myra Waldo’s Travel and Motoring Guide to Europe, 1978 – Myra Waldo
  197. La custode di mia sorella – Jodi Picoult
  198. Il nudo e il morto – Norman Mailer
  199. Il nome della rosa – Umberto Eco
  200. L’omonimo – Jhumpa Lahiri
  201. Il diario di una tata – Emma McLaughlin
  202. Nervous System: Or, Losing My Mind in Literature – Jan Lars Jensen
  203. Poesie di Emily Dickinson – Emily Dickinson
  204. Come funzionano le cose – David Macaulay
  205. Nickel and Dimed – Barbara Ehrenreich
  206. La notte – Elie Wiesel
  207. L’abbazia di Northanger  – Jane Austen
  208. The Norton Anthology of Theory and Criticism – William E. Cain, Laurie A. Finke, Barbara E. Johnson, John P. McGowan
  209. Novelle – Dawn Powell
  210. Taccuino di un vecchio porco – Charles Bukowski
  211. Uomini e topi – John Steinbeck
  212. Quell’anno a scuola – Tobias Wolff
  213. Sulla strada – Jack Kerouac
  214. Qualcuno volò sul nido del cuculo – Ken Kesey
  215. Cent’anni di solitudine – Gabriel Garcia Marquez
  216. L’opposto del fato: un libro di riflessioni – Amy Tan
  217. L’oracolo della notte – Paul Auster
  218. L’ultimo degli uomini – Margaret Atwood
  219. Otello – Shakespeare
  220. L’amico comune – Charles Dickens
  221. La guerra del Peloponneso – Donald Kagan
  222. La mia Africa – Isac Dineson
  223. I ragazzi della 56esima strada – S. E. Hinton
  224. Passaggio in India – E.M. Forster
  225. The Peace of Nicias and the Sicilian Expedition – Donald Kagan
  226. Noi siamo infinito – Stephen Chbosky
  227. I pescatori di Peyton – Grace Metalious
  228. Il ritratto di Dorian Gray – Oscar Wilde
  229. Pigs at the Trough – Arianna Huffington
  230. Pinocchio – Carlo Collodi
  231. Please Kill Me: The Uncensored Oral History of Punk Legs McNeil and Gillian McCain
  232. Polysyllabic Spree – Nick Hornby
  233. Narrativa completa – Dorothy Parker
  234. The Portable Nietzche – Fredrich Nietzche
  235. La dottrina dell’1 per cento. La guerra del terrore e la pericolosa strategia dell’amministrazione Bush – Ron Suskind
  236. Orgoglio e pregiudizio – Jane Austen
  237. Property – Valerie Martin
  238. Pushkin: A Biography – T. J. Binyon
  239. Pigmalione – George Bernard Shaw
  240. Quattrocento – James Mckean
  241. A Quiet Storm – Rachel Howzell Hall
  242. Raperonzolo – fratelli Grimm
  243. Il corvo – Edgar Allan Poe
  244. Il filo del rasoio – W. Somerset Maugham
  245. Leggere Lolita a Tehran – Azar Nafisi
  246. Rebecca la prima moglie – Daphne du Maurier
  247. Rebecca of Sunnybrook Farm – Kate Douglas Wiggin
  248. La tenda rossa – Anita Diamant
  249. Rescuing Patty Hearst: Memories From a Decade Gone Mad – Virginia Holman
  250. Il ritorno del re – J. R. R. Tolkien
  251. R Is for Ricochet – Sue Grafton
  252. Rita Hayworth – Stephen King
  253. Robert’s Rules of Order – Henry Robert
  254. L’età dell’innocenza – Edith Wharton
  255. Romeo e Giulietta – William Shakespeare
  256. Una stanza tutta per sè – Virginia Woolf
  257. Camera con vista – E. M. Forster
  258. Rosemary’s Baby – Ira Levin
  259. The Rough Guide to Europe, 2003 Edition
  260. Sacred Time – Ursula Hegi
  261. Santuario – William Faulkner
  262. Savage Beauty: The Life of Edna St. Vincent Millay – Nancy Milford
  263. Daisy Miller – Henry James
  264. Il meraviglioso mondo di Oz – Frank L. Baum
  265. La lettera scarlatta – Nathaniel Hawthorne
  266. Seabiscuit: una leggenda americana – Laura Hillenbrand
  267. Il secondo sesso – Simone de Beauvoir
  268. The Secret Life of Bees – Sue Monk Kidd
  269. Una vita di Colette. I segreti della carne – Judith Thurman
  270. Selected Hotels of Europe
  271. Selected Letters of Dawn Powell: 1913-1965 – Dawn Powell
  272. Ragione e sentimento – Jane Austen
  273. Pace separata – John Knowles
  274. Biografie di Winston Churchill
  275. Sexus – Henry Miller
  276. L’ombra del vento – Carlos Ruiz Zafon
  277. Shane – Jack Shaefer
  278. Shining – Stephen King
  279. Siddhartha – Hermann Hesse
  280. S Is for Silence – Sue Grafton
  281. La crociata dei bambini – Kurt Vonnegut
  282. Un’isola di stranieri – Andrea Levy
  283. Le nevi del Kilimanjaro – Ernest Hemingway
  284. Biancaneve e i sette nani – Grimm Brothers
  285. Social Origins of Dictatorship and Democracy: Lord and Peasant in the Making of the Modern World – Barrington Moore
  286. The Song of Names – Norman Lebrecht
  287. Song of the Simple Truth: The Complete Poems of Julia de Burgos – Julia de Burgos
  288. The Song Reader – Lisa Tucker
  289. 31 canzoni – Nick Hornby
  290. I sonetti – William Shakespeare
  291. Sonetti dal portoghese – Elizabeth Barrett Browning
  292. La scelta di Sophie – William Styron
  293. L’urlo e il furore – William Faulkner
  294. Speak, Memory – Vladimir Nabokov
  295. Stiff: The Curious Lives of Human Cadavers – Mary Roach
  296. La storia della mia vita – Helen Keller
  297. Un tram chiamato desiderio – Tennessee Williams
  298. Stuart Little – E. B. White
  299. Memorie – Ernest Hemingway
  300. La strada di Swann – Marcel Proust
  301. Swimming with Giants: My Encounters with Whales, Dolphins and Seals – Anne Collett
  302. Sybil – Flora Rheta Schreiber
  303. Racconto di due città – Charles Dickens
  304. Tenera è la notte – F. Scott Fitzgerald
  305. Term of Endearment – Larry McMurtry
  306. Indietro nel tempo – Jack Finney
  307. La moglie dell’uomo che viaggiava nel tempo – Audrey Niffenegger
  308. Avere e non avere – Ernest Hemingway
  309. To Kill a Mockingbird – Harper Lee
  310. Riccardo III – William Shakespeare
  311. Un albero cresce a Brooklyn – Betty Smith
  312. Il processo – Franz Kafka
  313. Le sorelle Hunt – Elisabeth Robinson
  314. Stupori – Ann Patchett
  315. I miei martedì col professore – Mitch Albom
  316. Ulisse – James Joyce
  317. I diari – Sylvia Plath
  318. La capanna dello zio Tom – Harriet Beecher Stowe
  319. Unless – Carol Shields
  320. La valle delle bambole – Jacqueline Susann
  321. The Vanishing Newspaper – Philip Meyers
  322. La fiera delle vanità – William Makepeace Thackeray
  323. Velvet Underground’s The Velvet Underground and Nico (Thirty Three and a Third series) – Joe Harvard
  324. Le vergini suicide – Jeffrey Eugenides
  325. Aspettando Godot – Samuel Beckett
  326. Walden – Henry David Thoreau
  327. Bambi – Felix Salten
  328. Guerra e pace – Leo Tolstoy
  329. We Owe You Nothing – Punk Planet: The Collected Interviews edited – Daniel Sinker
  330. What Colour is Your Parachute? 2005 – Richard Nelson Bolles
  331. Che fine ha fatto Baby Jane? – Henry Farrell
  332. Venivamo tutte per mare – Julie Otsuka
  333. Chi ha spostato il mio formaggio? – Spencer Johnson
  334. Chi ha paura di Virginia Woolf – Edward Albee
  335. Strega: cronache del regno di Oz in rivolta – Gregory Maguire
  336. Il mago di Oz – Frank L. Baum
  337. Cime tempestose – Emily Bronte
  338. Il cucciolo – Marjorie Kinnan Rawlings
  339. L’anno del pensiero magico – Joan Didion

    Io ho ancora tanta strada da fare prima di raggiungerla.