Type Keyword and Press Enter to Search
×

"The Wicked King" di Holly Black - Recensione

Scritto da: Camilla

Libro The Wicked King di Holly Black


Copertina  di The Wicked King
TRAMA

Una volta scoperto che Oak è l'erede al trono delle fate, Jude ha capito di dover tenere suo fratello al sicuro. Per farlo, ha legato a sé il re malvagio, Cardan, ottenendo così il potere. Controllare i continui intrighi politici sarebbe già abbastanza difficile di per sè, in più Cardan non è esattamente semplice da controllare. Il re infatti fa qualsiasi cosa in suo potere per umiliarla, anche se il suo interesse per lei rimane immutato.

Quando diventa chiaro che qualcuno vicino a Jude vuole tradirla, minacciando la sua vita e quella di tutte le persone che ama, le priorità della ragazza diventano scoprire il traditore e combattere le sue complicate emozioni per Cardan per mantenere il controllo.


★ ★ ★ ★ ★

RECENSIONE

The Wicked King è di sicuro uno dei libri più attesi del 2019, vuoi per il fatto che il finale di The Cruel Prince/Il Principe Crudele ti lasci con la voglia di sapere come continua la storia o il fatto che l’ARC (una copia del libro rilasciata prima dell’uscita) sia nelle mani di alcuni fortunati lettori da marzo scorso, tutti questi fattori non hanno fatto altro che aumentare le aspettative del pubblico.

Ho letto molte recensioni a cinque stelle, soprattutto precedenti al rilascio del libro, e altre meno favorevoli per via del troppo hype dietro al libro. Io ho iniziato il libro senza aspettative, riuscendo così a godermi appieno la storia.

"Il potere è più facile da ottenere che da mantenere”

Il libro riprende la narrazione cinque mesi dopo la fine de Il Principe Crudele, mostrandoci una Jude più decisa e determinata. Per salvare il fratello Oak, erede al trono delle Fate, con l’inganno Jude è riuscita a mettere sul trono Cardan che per un anno deve obbedire a ogni suo comando.

Jude è finalmente riuscita a ottenere tutto quello che desiderava, cioè il potere contro gli esseri che per una vita l’hanno fatta sentire inferiore, le fate. Però non tutto ciò che luccica è oro, infatti nonostante sia diventata il braccio destro del re, le fate non le portano rispetto e Cardan non è propriamente contento di essere comandato a bacchetta.

La prima parte del libro si concentra molto sugli intrighi politici, perché che siano fate o esseri umani il dramma è alla base di tutte le corti.

Possiamo vedere un Cardan dissoluto all’inizio del libro, che fa di tutto pur di essere d’intralcio a Jude, quasi per punirla. Ma, man mano si procede vediamo come Cardan riesca a comprendere cosa sia meglio per sé e per il suo popolo cominciando ad interessarsi di più ai suoi regali doveri.

Con gli intrighi politici arriva anche il problema della fiducia, infatti a Jude viene rivelato che una persona vicina a lei l’ha già tradita, mettendo così in discussione anche quelle due persone di cui si fidava.

“Uccidilo prima che ti faccia innamorare di lui”

Tra problemi di fiducia, ricerca di potere e sentimenti repressi la Black ci mostra una protagonista forte, sicura di sé, ma allo stesso tempo fragile, colpita da quello che le è successo in giovane età e dai continui maltrattamenti ricevuti dalle fate. Mentre nel primo libro Jude cercava il potere in questo capisce che la difficoltà non è prenderlo, ma mantenerlo.

Se devo essere sincera leggere di Jude mi ha commossa in certi momenti, il libro è in prima persona, quindi è facile per il lettore immedesimarsi nell'essere umano continuamente schernito dalle fate. Ci si sente molto più vicini a Jude.

Le fate della Black si distaccano da quelle rappresentate da altre scrittrici fantasy del momento, come Sarah J. Mass o Cassandra Clare, perché ritornano a essere gli esseri viziosi del folklore originario che si posizionano nella fascia grigia della moralità.

Nel libro vediamo anche un' evoluzione sia dei paesaggi con un ampiamento del mondo narrato, infatti viene introdotto il mondo Undersea, e con l’aggiunta di nuovi personaggi che riescono a cambiare profondamente le dinamiche della storia.

"Per un momento mi sono chiesto se non fossi stata tu a scagliare la freccia”
Gli faccio una smorfia “E che cosa ti ha fatto capire non fossi stata io?”
Mi sorride “Mi hanno mancato”

Potremmo dire che non esiste nessuna relazione amorosa tra Jude e Cardan, ma questa sarebbe una bugia, perché gli unici a non aver capito che provano dei sentimenti l’uno per l’altro sono proprio loro. Ma dall’esterno noi tifiamo per loro e lo faremo fino alla fine di Queen of Nothing o finché non si metteranno insieme, sperando che quest’ultima avvenga prima.

La parte finale è un intreccio di colpi di scena che sconvolgono il lettore e rimettono tutte le carte in tavola per il finale che uscirà a gennaio 2020 in lingua originale.

"Se pensava che io fossi cattiva, lo sarei diventata anche di più. Se pensava che io fossi crudele, sarei diventata terrificante”

The Wicked King è un seguito che riesce ad evitare la maledizione del secondo libro, ampliando il discorso iniziato con il primo, mettendo sul fuoco più elementi alcuni già menzionati nel primo, altri appena inseriti, aprendo così le porte a un finale che si prospetta molto interessante.

Uscita italiana: da definire

*Letto in lingua originale*
*Citazioni tradotte dall'originale*

Nessun commento: