Type Keyword and Press Enter to Search
×

"Never: non amarmi" di Laura Kneidl - Recensione

Scritto da: Jess

 Never:non amarmi di Laura Kneidl

copertina di Never:non amarmi di Laura Kneidl
TRAMA
 Quando, pur di scappare dai suoi problemi, Sage si   trasferisce in un altro Stato al suo   arrivo non ha niente. Niente soldi, niente casa, niente   amici. Nient'altro che la ferrea volontà di dimenticare e  ricominciare da capo. Ma neanche un college a quasi  cinquemila chilometri di distanza da casa può bastare se i ricordi ti accompagnano a ogni passo e la paura è   ormai parte di te. Accade così anche il giorno in cui   Sage  inizia il suo lavoro in biblioteca e incontra Luca. Con i suoi penetranti occhi grigi e i tatuaggi, Luca  rappresenta tutto ciò di cui Sage ha paura. Ma Luca non   è  quello che sembra a prima vista. E non appena Sage  riesce a guardare oltre la facciata, il cuore le inizierà a  battere pericolosamente più veloce, e dovrà lottare con  tutta se stessa per non permettere al suo passato di   boicottare il suo futuro. 

    

 ★ ★ ★ ★ ☆       
      →   Compralo subito!

RECENSIONE

Finalmente un bel romance! Se devo essere sincera il 2019 non è iniziato nel migliore dei modi per quanto riguarda le letture, ma non vedevo l'ora di leggere questo romanzo. Mi hanno parlato di Laura Kneidl qualche mese fa paragonandola a Mona Kasten (QUI le recensioni di Begin AgainFeel AgainTrust Again), autrice che io ho amato, quindi non potevo proprio non leggere questa duologia.

Sage non vedeva l'ora di allontanarsi il più possibile da casa e quando il college le permette di trasferirsi in un altro Stato il suo desiderio si realizza. La ragazza però non ha ancora degli amici, ma soprattutto non ha né soldi né una casa, perciò è costretta a dormire nel suo furgone. Sage è pronta a rimettersi in gioco, ma quando inizia il suo nuovo lavoro in biblioteca e scopre di dover lavorare a stretto contatto con Luca, un bellissimo ragazzo tatuato, la paura torna a prendere il sopravvento. Ben presto però, capirà che il ragazzo è molto diverso dalla persona che l'ha segnata per sempre.

La protagonista della storia ha un passato difficile alle spalle, si porta dietro un trauma che, con grande fatica, sta cercando di superare. Certo, spesso ricominciare da capo le sembra impossibile, ma nel corso di tutto il romanzo ha dimostrato una forza d'animo e una determinazione incredibili. Ho apprezzato molto la sensibilità e la cura con cui l'autrice ha affrontato l'argomento, soprattutto perché per una volta la protagonista si rivolge a uno specialista che non viene demonizzato, ignorato o ritenuto una perdita di tempo. 
Sage è una protagonista che non viene definita solamente da questo passato traumatico, è una ragazza molto dolce, con degli interessi che ci vengono mostrati nella sua quotidianità e una caratterizzazione piuttosto precisa. 

Dopo aver parlato di Sage direi che non possiamo proprio dimenticarci di Luca. Il protagonista del romanzo si è dimostrato essere molto diverso da quel che mi aspettavo. Se in un primo momento ci sembra il classico bad boy, nel corso della lettura scopriamo invece il suo grande affetto nei confronti della famiglia, il suo amore per i libri e soprattutto quanto sia premuroso. Non ha mai sottovalutato la paura di Sage, non ha fatto domande e l'ha sempre rispettata. Luca è senza dubbio la persona giusta per Sage che ha un estremo bisogno di sentirsi al sicuro.

"Devi sapere una cosa, Sage. A me la gente in genere non piace. Però la gente che mi piace per me significa tutto. Fino a poco tempo fa in tutto il mondo c'erano soltanto quattro persone che per me erano importanti. Mio padre, la mia matrigna, April e Gavin. Non avevo programmato di aggiungere qualcun altro. Ma adesso in questo elenco ci sei anche tu, e questo mi rende impossibile non preoccuparmi per te."

Nonostante la storia d'amore tra i due protagonisti mi abbia fatto sciogliere il cuore, devo dire che i miei rapporti preferiti all'interno della storia sono quelli di amicizia. April e Megan sono una costante nella vita di Sage e entrambe sono disposte a tutto per aiutare e rendere felice l'amica.  Ho amato ogni scena in cui erano presenti e se devo dirla tutta, mi piacerebbe molto una serie su April.

Devo ammetterlo: probabilmente non è la più originale delle storie, mi ha ricordato tanto la trilogia di Mona Kasten e la serie Ti Aspettavo di Jennifer L. Armentrout, però i personaggi mi hanno conquistata subito e il romanzo mi è piaciuto proprio tanto. 

Never: Non amarmi non è solo una storia d'amore ma anche di rinascita, speranza e soprattutto di grande forza. Dopo un inizio forse un po' lento si riprende e affronta nel migliore dei modi un argomento molto delicato senza forzare nulla. Ho apprezzato moltissimo la coerenza dell'autrice e il fatto che non si sottovaluti e banalizzi un trauma a favore della trama. Quello di Sage sarà un percorso lungo, sicuramente non privo di ricadute.

Nonostante abbia circa 400 pagine, Never: non amarmi si legge in un baleno. Scorrevole e coinvolgente, vi durerà un paio di giorni o poco più, perché, ne sono sicura, passerete la notte a leggerlo sotto le coperte per poi rimanere spiazzate da un finale apertissimo. Ma non temente! Il seguito uscirà prestissimo e io non vedo l'ora di leggerlo.

*Prodotto fornito da Sperling & Kupfer*

4 commenti:

  1. Che bello il nuovo sito! Io amo la serie ti aspettavo della Armentrout, se dici che gli somiglia potrei leggerlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Allora ti piacerà di sicuro =)

      Elimina
  2. Di solito non commento mai, ma il sito nuovo è bellissimo. complimenti!

    RispondiElimina