Type Keyword and Press Enter to Search
×
Tablet con copertina del libro Verity di Colleen Hoover su una scrivania





Copertina del libro Verity di Colleen Hoover


Voto:💗💗💗💗💗


Trama


Lowen Ashleigh è una scrittrice in gravi difficoltà economiche quando accetta l'offerta di lavoro della vita. Jeremy, marito dell'autrice best-seller Verity Crawford, ha assunto Lowen per terminare la serie di romanzi che la moglie non è riuscita a terminare a causa dei danni provocati da un incidente. Quando Lowen arriva a casa dei Crawford si aspettava di trovare solo qualche nota e appunto, non il manoscritto dell'autobiografia di Verity. Il manoscritto consiste in pagine su pagine di ammissioni da brividi,  fino alla notte in cui la vita della sua famiglia è cambiata per sempre.
Inizialmente Lowen decide di tenere il manoscritto segreto per risparmiare a Jeremy ulteriori sofferenze, ma quando i suoi sentimenti diventano più forti, la donna inizia a pensare a cosa potrebbe guadagnare mostrandoglielo.
D'altronde, la verità contenuta nel manoscritto porterebbe sicuramente Jeremy tra le sue braccia, non essendo più in grado di amare la moglie.

Recensione


Come ormai avrete capito, Colleen Hoover è una delle mie autrici preferite. Per qualche strano motivo questo romanzo non mi ispirava per niente, non avevo nemmeno intenzione di leggerlo. Il giorno successivo all’uscita ho iniziato a leggere recensioni entusiaste, persone sconvolte e tremendamente elettrizzate, quindi ho deciso di dargli un’occasione e in due sole sere sono riuscita a finirlo. Mi sarà piaciuto? L’ho amato!

Lowen è una scrittrice, ma non ha mai avuto grande successo e si trova in gravi difficoltà economiche. La svolta arriva quando Jeremy Crawford le propone di continuare a scrivere la serie della moglie Verity, autrice best-seller e vittima di un tremendo incidente in cui ha subito gravi danni cerebrali. Trasferitasi nella villa della coppia, Lowen trova un manoscritto che racconta verità scomode e inquietanti. L'autobiografia di Verity traccia la personalità di una persona psicopatica, pericolosa e altamente disturbata. Lowen inizialmente decide di tenerlo per sé per evitare ulteriori sofferenze a un uomo già distrutto, ma più i giorni passano più si innamora di Jeremy e le stranezze che accadono in casa iniziano a farle dubitare dell'effettiva infermità di Verity.

Abbiamo conosciuto e amato la Hoover per i suoi romance struggentissimi e l’ultima cosa che mi aspettavo era un thriller psicologico. Certo, se non vi piacciono i thriller e siete alla ricerca di una storia d’amore, probabilmente Verity non fa al caso vostro, altrimenti potreste scoprire un nuovo lato della Hoover che vi farà impazzire.
Non mi aspettavo niente di quello che ho letto, mi sono ritrovata in completa balia degli eventi senza riuscire a staccarmi dal libro. Ho passato una notte intera a continuare a leggere nonostante fossi terrorizzata (non preoccupatevi, mi spavento facilmente).

Devo ammettere che i due protagonisti non mi sono piaciuti poi tanto, non condivido la maggior parte delle scelte fatte, ma a romanzo terminato direi che non era questa la parte importante.
So che il libro viene pubblicizzato come un thriller romance e effettivamente ci sono due persone che si innamorano, ma durante la lettura la storia d'amore passa immediatamente in secondo piano perché c’è un altro personaggio che ruba la scena.
Un po' come la moglie pazza in soffitta di Jane Eyre, Verity ha avuto il compito di turbarmi per tutta la lettura.
Sono sempre affascinata dai personaggi disturbati, certo mi tengono in piedi tutta la notte perché sono una fifona, ma mi incuriosiscono sempre molto.
 Le mie parti preferite infatti sono state i capitoli che riportavano frammenti dello spaventoso manoscritto. Colleen Hoover ha delineato una personalità altamente disturbante, a settimane dalla lettura ci sono parti che non riesco a togliermi dalla testa e mentre leggevo quasi non riuscivo a crederci. Mi ha trasmesso una grande angoscia e  mi ha sconvolta quindi per me questo è un progetto riuscitissimo.

La Hoover riesce sempre a scrivere romanzi coinvolgenti e avvincenti, ma questa volta ha dimostrato di essere un’autrice molto più versatile del previsto e di essere in grado di scrivere un gran bel thriller. Probabilmente uno dei libri più belli del mio 2018 quindi super consigliato!

*Letto in lingua originale*

A presto!
Ciao a tutti!


Parliamoci chiaramente, alzarsi la mattina è difficile, soprattutto se siamo in inverno e le temperature sono sotto lo zero. Rimandiamo la sveglia 5 o 6 volte, ci rigiriamo nel letto per un'altra mezzora e ne perdiamo un'altra sui social e boom! Siamo in ritardo. Su questo blog però parliamo spesso di produttività e oggi è mio compito aiutarvi a iniziare la vostra giornata presto e soprattutto nel modo giusto.
Non abbiamo tempo per dilungarci troppo, questa è una vera emergenza, quindi passiamo subito ai miei super consigli. 


  • Smettete di andare a letto tardi. Davvero, basta! Non cercate scuse, bloccate tutte le app del vostro telefono (io vi consiglio l'app AntiSocial), spegnete la televisione, fatevi una camomilla, ma non andate più a dormire a mezzanotte passata.

  • Alzatevi immediatamente dal letto. Più facile a dirsi che a farsi, vero? Lasciate il telefono sulla scrivania, lontano dal letto o scaricate un'app che vi permetta di spegnere la sveglia solo dopo esservi alzati e aver fotografato un oggetto. Io uso Alarmy e mi alzo ogni mattina alle 6 senza nessun problema. 


  • Lasciate le tende aperte. Svegliarsi con la luce del sole è molto più semplice.

  • Cercate di svegliarvi e addormentarvi quasi sempre alla stessa ora, vi assicuro che dopo qualche mese non avrete nemmeno più bisogno della sveglia. L'orologio biologico funziona meglio. Ovviamente nei weekend si può fare un'eccezione, ma cerco di non esagerare e di non superare mai le 9.00 del mattino.

  • L'acqua funziona meglio del caffè. Gli amanti del caffè mi odieranno ma è così, l'acqua al mattino vi sveglia di più, quindi tenete un bel bicchiere d'acqua sul comodino per iniziare la giornata freschi e riposati.

  • Trovate una cosa da fare al mattino che vi piaccia moltissimo Chi vuole svegliarsi se la prima cosa da fare dopo aver aperto gli occhi è studiare 100 pagine di Linguistica Generale? Non sarebbe meglio aspettare una colazione deliziosa o guardare il nuovo episodio del proprio telefilm preferito?

  • Preparate tutto l'occorrente la sera prima. Dovete uscire? Preparate i vestiti e la borsa. Oppure apparecchiate la tavola per la colazione, sistemate sulla scrivania gli appunti che dovrete studiare, preparate i vestiti per il vostro workout giornaliero. Diminuirete i ritardi e sarà molto più difficile procrastinare, è già tutto pronto!

  • Pianificate la vostra giornata la sera prima. Iniziare la giornata senza un piano significa perdere tempo e procrastinare. Non si sa da dove iniziare e si perde tempo a fare altro di decisamente meno importante. Pianificando la sera prima inizierete la vostra giornata senza dubbi e con un piano d'attacco a prova di bomba.

  • Fate esercizio fisico. Per anni mi sono rifiutata di crederci, ma da ex anti-sport vi assicuro che fare esercizio migliora la vostra vita e la qualità del vostro riposo.

  • Fate il letto appena svegli. Se rifate il letto immediatamente, non potrete più tornare sotto le coperte e avrete portato a termine il primo obiettivo della giornata.
Potrei dire ancora tanto altro, ma è già difficile implementare tutto questo nella vostra routine quindi vi lascio sperimentare e tornerò presto con nuovi consigli. Buon risveglio! 




Ciao a tutti!





Non sapevo proprio se parlarvi di questi due telefilm, a dirla tutta. Sono passati mesi dalla loro uscita e dalla mia visione. I miei sentimenti e impressioni sono un po' scemati e quasi tutti quelli che conosco hanno già visto almeno una delle due. In seguito ad alcune richieste, però, ho deciso di dirvi lo stesso cosa ne penso e parlarvene brevemente nello stesso post.


Img. Netflix.com


Elite è sicuramente la più popolare tra i miei amici, tutti l'hanno amata, tutti la definiscono il paradiso delle ship e io avevo grandi aspettative visto che le altre due serie spagnole di Netflix mi sono piaciute da morire. Purtroppo questa serie è stata una grande delusione.

Proprio come Gossip Girl è ambientato in una scuola prestigiosa, dove le uniche cose importanti sono i soldi, il sesso e il potere. Aggiungete un tocco di How to Get Away with Murder (Le regole del delitto perfetto) con gli omicidi e i suoi continui salti temporali e avrete la trama di Elite. Uno dei personaggi principali viene ucciso e la serie riparte dal principio mostrando in che modo si è arrivati a questa morte.

Gossip Girl e HTGAWM sono due delle mie serie tv preferite, quindi cos'è andato storto?
Perché la serie non mi è piaciuta? una risposta semplice: detesto tutti i personaggi. 
Non dico che la serie non sia godibile, perché lo è, gli episodi scivolano via uno dopo l'altro, è perfetto per una giornata di binge-watching e ero molto curiosa di scoprire il nome dell’assassino, il problema è che ho trovato ogni singolo personaggio tremendamente irritante. Non sono riuscita a salvarne nemmeno uno. 
Adoro un sacco di serie tv molto trash, il cliché dell'élite spietata e annoiata è il mio pane quotidiano, ma questa volta non mi ha coinvolta.
Forse l’unico motivo per il quel potrei guardare una seconda stagione sono Nadia e Guzmàn, che non mi hanno fatta innamorare ma potrebbero avere del potenziale.
So che è piaciuta a tutti, ma non mi è mai capitato di non riuscire a apprezzare nemmeno un personaggio, di non fare il tifo per nessuna coppia e di sperare nella rovina di tutti.
Per me Elite è un no.

Img. Netflix


The Chilling Adventures of Sabrina fortunatamente mi è piaciuto molto di più. 

In realtà non avevo grandi aspettative sulla serie, sono molto affezionata alla serie degli anni '90, tutta questa nuova ossessione per i reboot non mi ha ancora convinta e dai produttori di Riverdale non mi aspettavo grandi cose, ma  The Chilling Adventures of Sabrina   è qualcosa di totalmente diverso dall'originale.

Metà strega e metà umana, Sabrina è vicina ai 16 anni e di conseguenza al momento in cui dovrà scegliere se percorrere il cammino della notte. La scelta per Sabrina è molto più difficile del previsto. Da una parte ci sono il suo ragazzo Harvey e le amiche che non vuole abbandonare per nessun motivo al mondo, dall'altra le zie Zelda e Hilda che l'hanno cresciuta, suo cugino Ambrose e una vita di libertà e magia, quella che sembrava volessero per lei i suoi genitori. Mentre Sabrina sembra sempre più vicina a rinunciare al suo Battesimo Oscuro, forze maligne si raccolgono a Greendale per portarla sul cammino della notte.

Se Sabrina: the teenage witch era leggero e divertente, questa versione della storia è molto più cupa. Satana è sempre presente, i demoni non hanno pietà per nessuno e potete spuntare anche il cannibalismo. Nonostante sia molto cupo, ho dormito sonni tranquilli, potete stare tranquilli.
Kiernan Shipka, direttamente da Mad Men, è una perfetta Sabrina e quasi ogni personaggio è riuscito a convincermi a differenza di Elite.
Ho apprezzato il timbro femminista della serie (anche se credo debba comunque migliorare), l'attenzione alla sessualità e una storia d'amore non problematica e soprattutto tra due adolescenti. Normalmente nei telefilm questi ragazzi crescono troppo in fretta, quindi vedere una relazione ancora così tenera e innocente è una grande novità.
E avete visto i costumi? Vorrei riempirmi l'armadio di vestiti con il colletto in pizzo!
Dobbiamo ancora avere moltissime risposte e io non vedo l’ora di scoprire di più, perché le teorie che ho letto sono una più interessante dell'altra. Sabrina è stato rinnovato fino alla quarta stagione e non posso far altro che esserne felice. So che a tanti non è piaciuta me per me è approvatissima! 
Questa volta sono io a avere un'opinione impopolare.

E voi che ne pensate? Le avete viste? Quale avete preferito?

Un bacino ❤️
Ciao a tutti!


Passate ore a guardare instagram stories che vi interessano molto poco? Vi siete ricordati di dovervi sistemare le pellicine delle mani proprio mentre dovreste studiare? Non sapete più come fare perché rimandate la visita di controllo dal medico da più di 6 mesi?
Nessun problema, procrastinare è normale e umano, ma è anche nel vostro interesse cercare di limitare i danni.
Niente più della procrastinazione vi impedisce di ottenere i vostri obiettivi e smettere è difficile. Dopo anni di ricerca e esercizio ci casco ancora di tanto in tanto, ma sono migliorata tantissimo quindi ho pensato di farvi una lista di tutti gli accorgimenti a cui ricorro ogni giorno.
  • Non smetterete di procrastinare senza un motivo chiaro, quindi riflettete su quello che volete, definite i vostri obiettivi e fate in modo che siano abbastanza importanti per voi da darvi la giusta motivazione
  • Pomodoro Technique. Impostate un timer e lavorate per 25 minuti, poi concedetevi una pausa di 5 minuti e se volete ricominciate. Iniziare a lavorare per soli 25 minuti è un'idea molto meno spaventosa di un intero pomeriggio.
  • Bloccate tutte le fonti di distrazione. A casa vi disturbano? Andate in biblioteca. Continuate a scrollare la home di facebook? Bloccate tutte le app (Io uso Anti-social o Block). Tenete un foglio accanto a voi mentre lavorate e prendete nota di tutto quello che vi deconcentra, a fine giornata potrete riflettere e trovare nuove soluzioni.
  • Dividete i grandi progetti in piccoli passi che sembrano più fattibili. Editare tutte le foto del mese per instagram è un progetto ampio che rischia di spaventarmi molto spesso, quindi faccio una lista di tutte le piccole cose che devo fare, dalla selezione delle foto, passando per l'editing, alla caption e infine alla ricerca degli hashtag.
  • Pianificate sempre la giornata. Non limitatevi a pensare a quello che dovete fare ma scrivetelo, in questo modo non solo vi sembrerà un piano reale, ma nel caso in cui doveste passare la giornata sul divano a guardare Netflix il fallimento sarà lì, nero su bianco.
  • Iniziate. Non avete voglia di andare in palestra? Mettetevi solo le scarpe da ginnastica e la tuta, ora volete ancora restare a casa? Non volete andare in università? Uscite solo dalla porta di casa, se a quel punto vorrete ancora tornare a letto vi concedo di farlo. Per esperienza personale vi dico che molto spesso la parte più difficile del processo è il piccolo passo iniziale.
  • Potete fare qualcosa per rendere meno noiosa questa faccenda? Detestavo fare attività fisica, poi ho scoperto di porterla fare nel mio salotto mentre guardo una nuova serie tv Netflix.
Spero di esservi stata d'aiuto. Buona settimana a tutti!💗
Ciao a tutti!




Ci siamo ufficialmente lasciati il 2018 alle spalle, ma ci sono prodotti che ho amato così tanto da decidere di portare con me in questo nuovo anno. 
Scelgo ormai da qualche anno di comprare poco, ma scegliere meglio e pare che come metodo stia funzionando perché la mia pelle non è mai stata così bella e ho trovato nuovi prodotti insostituibili.


Tea Tree Oil

Vi presento la mia arma segreta contro i brufoli. Mescolando qualche goccia di Tea Tree Oil a un po' di olio di Camelia, la mia pelle si riprende nel giro di un paio di applicazioni.


Matita per sopracciglia  di Essence


Image result for matita sopracciglia essence

Dopo anni passati a destreggiarmi tra pennelli e brow pot induriti, ho trovato la pace dei sensi con questa matita super low cost.

Olio al Melograno di Weleda

Non solo ha un profumo meraviglioso, ma idrata a fondo la pelle, rendendola luminosa già alla prima applicazione.

Bare it all di Wet 'n Wild


Image result for bare it all wet n wild

Dopo mesi passati alla ricerca di un dupe perfetto di un vecchio rossetto ormai fuori produzione, ho trovato lui. Bare it All è ormai il mio nude di tutti i giorni.

Kerastase

Image result for kerastase

Nel 2018 ho provato diversi prodotti Kerastase e li amo tutti. Marchio che vale ogni centesimo speso.

Termo protettore GHD


Image result for ghd thermal protector

Non so se effettivamente funziona, ma ha un profumo così buono da essere diventato la mia parte preferita della mia hair care routine.


Ho già in mente qualche prodotto che voglio provare al più presto, quindi speriamo di ritrovarli tutti nel post dei preferiti del 2019. E voi vi siete innamorati di nuovi prodotti quest'anno?
Ciao a tutti!

Uscita italiana: Febbraio







Voto: 💗💗💗💗💗

Trama

E se la dannazione fosse il prezzo per il vero amore? Sui gradini della sala del Consiglio è stato versato sangue innocente. Dopo la morte di Livia Blackthorn, il Conclave è vicino a una guerra civile. Una parte dei Blackthorn vola a Los Angeles alla ricerca di risposte sulla malattia che sta indebolendo gli stregoni, intanto Julian e Emma cercano di mettere da parte il loro amore  e si imbarcano in una pericolosissima missione per recuperare il Libro Nero dei Morti. Quello che scoprono nel regno fatato potrebbe sconvolgere il loro mondo. Emma e Julian dovranno trovare il modo di salvare il mondo degli Shadowhunters prima che la maledizione dei parabatai distrugga loro e tutti quelli che amano.


Recensione

Ancora una volta sono tremendamente sorpresa. Regina dell'aria e delle tenebre era l’uscita 2018 che aspettavo con più ansia e normalmente questa situazione porta a una tristissima delusione, fortunatamente non è stato così. Come vi avevo già scritto QUI , non avevo grandi aspettative per questa serie, dopo le prime due mi sembrava eccessivo continuare, ero sicura mi avrebbe stufata presto e che Emma e Julian non fossero all'altezza. Quanto mi sbagliavo!

Dopo la morte di Livvy la famiglia Blackthorn deve raccogliere i pezzi. Purtroppo però non c'è tempo per piangere la sua morte perché ancora una volta il mondo degli Shadowhunters è in pericolo. Dopo la morte dell'Inquisitore Lightwood, un nuovo movimento conservatore ha preso le redini del Consiglio. I Nascosti sono in pericolo e la maledizione dei parabatai non lascia pace a Emma e Julian. Mentre gli altri provano a resistere al nuovo governo, Emma e Julian si imbarcano in una missione pericolosissima per recuperare il Libro dei Morti e alla ricerca di un modo per placare la maledizione.
             
Dopo il cliffhanger de Il signore delle Ombre  dovevo avere questo libro tra le mani al più presto e infatti il giorno d’uscita mi sono subito tuffata tra le sue pagine. Pensavo che lo avrei finito in una manciata di giorni, invece è passata addirittura una settimana. Regina dell'aria e delle tenebre infatti è infinito. Certo, potevo leggere solo prima di andare a dormire, ma vi assicuro che la percezione di star leggendo il libro più lungo della storia l’ho provata diverse volte. Il romanzo è lungo, certo, ma il motivo per il quale sembrava non finisse mai è un altro. Regina dell'aria e delle tenebre è infatti pieno zeppo di avvenimenti. Diverse volte durante la lettura mi è sembrato di trovarmi davanti a quella che sembrava proprio la conclusione di un romanzo e di pensare che la parte precedente potesse benissimo essere un libro a sé stante. Forse penserete sia un punto negativo, ma io di questo libro posso solo parlare bene. Staccarmene ogni sera era una sofferenza e, una volta finito, la voglia di rileggere tutta la serie era veramente tanta.

Questo significa sia perfetto? Assolutamente no! Ci sono questioni che avrei preferito venissero approfondite e il triangolo Mark – Kieran – Christina, di cui sapevamo già tanto, non mi ha convinta pienamente. O meglio, loro tre alla fine mi piacciono, però ammetto di averlo trovato un po’ campato per aria. Capisco l’amore tra Mark e Christina e Mark e Kieran, ma la connessione tra Christina e Kieran è riuscita a convincermi fino a un certo punto. Però è stato comunque interessante vederli insieme.

Dopo due volumi passati a ignorarli completamente ho finalmente provato interesse per i piccoli di casa Blackthorn. Un miracolo! Penso che in quest’ultimo volume siano state delineate meglio le loro personalità (soprattutto quella di un personaggio che mi è piaciuto tanto) quindi sono molto più curiosa di leggere la serie su Kit e Ty.
Passando invece ai personaggi che mi hanno fatta innamorare fin dal primo volume, Emma e Julian sono meravigliosi come sempre. Tra tutte le coppie del mondo Shadowhunters sono quelli con più chimica (almeno per me). Sarà il pericolo della maledizione, saranno l’oscurità di Jules e la fragilità di Emma che normalmente vengono celate e di tanto in tanto emergono, ma ancora una volta ho perso la testa per loro.

L’altro motivo che mi ha fatto amare questo romanzo è la presenza dei vecchi personaggi. Rivedere Jace, Clary, Simon, Izzy, Alec, Magnus, Tessa e Jem è sempre un piacere, ma in questo romanzo sono proprio parte integrante della storia e io non posso che esserne felice. Ho amato ogni singola scena in cui sono presenti.

Io sono incredibilmente affezionata a The Mortal Instruments che rimarrà sempre la mia preferita e adoro il trio di The Infernal Devices, ma devo ammettere che per me The Dark Artificies è la serie migliore di Cassandra Clare. L’ho trovata scritta e strutturata meglio e la coppia principale mi ha trasmesso veramente tanto, molto più maturi. Cassandra Clare è riuscita ancora una volta a tenermi con il fiato sospeso per mesi, a tenermi incollata alle pagine dei suoi libri e a farmi innamorare follemente dei suoi personaggi e ora non vedo l’ora di leggere tutto quello che ha in serbo per noi.

*libro letto in lingua originale*

A presto!

Ciao a tutti!




Durante le feste natalizie su Netflix è approdata You, la nuova serie di Penn Badgley, che sveste i panni di Dan Humphrey, il Ragazzo Solitario di Gossip Girl per vestire quelli di uno stalker fuori controllo.
Ho iniziato questa serie  qualche mese fa per curiosità. Non lo seguiva ancora nessuno (o quasi, trovate le recensioni dei singoli episodi su Fragulliars), ma ero molto curiosa di vedere Penn e Shay Mitchell in questi nuovi ruoli e come sapete, non riesco a dire di no a una storia  con un personaggio disturbato.

Joe Goldberg sembra il classico bravo ragazzo. Lavora in una libreria, è comprensivo, non ha un profilo facebook ed è sempre pronto a dare una mano al bambino che vive nell'appartamento accanto al suo. Genevieve Beck è una studentessa e scrittrice confusa, frequenta amiche che non le piacciono poi tanto, ragazzi che non la considerano e tende sempre a fare la cosa sbagliata. Quando i due si conoscono lei è convinta di aver finalmente trovato il ragazzo perfetto, ha persino paura di non essere all'altezza. Quello che Beck non sa è che Joe le ha rubato il telefono, la biancheria intima, la segue ovunque e che dovrebbe decisamente comprare delle tende perché il ragazzo dei suoi sogni passa una gran quantità di tempo a spiarla dall'altro lato della strada.




 La forza di You sta nel punto di vista dello stalker, questa volta il protagonista è il cattivo. Joe è un personaggio estremamente interessante. Questo ragazzo non conosce la differenza tra ossessione e amore. All'inizio ricorre a queste misure drastiche solo per conoscerla meglio, per assicurarsi sia " quella giusta" e successivamente si rende conto che "la sua bella" ha un disperato bisogno di essere protetta. O almeno questo è quello che continua a ripetersi Joe.
Joe è assolutamente convinto di essere nel giusto, lui pensa di essere l'eroe di una commedia romantica, non il mostro che è in realtà. La parte migliore? Alcune volte riesce persino a convincere lo spettatore. Sarà il visino da bravo ragazzo di Penn, il fatto che Beth sembri finalmente felice con lui o che lei sia effettivamente circondata da una serie infinita di pazzi, ma per pochi minuti, solo quelli, è facile dimenticarsi che sia lui il cattivo della storia. Poi però torna ad agire, torna a fare qualcosa di tremendo e lo spettatore torna in sé sentendosi in colpa perché, per qualche strano motivo, poche scene prima si è ritrovato a fare il tifo per lui. Più volte nel corso della serie ho sperato potesse migliorare, che si rivolgesse a qualcuno per essere aiutato. Intuiamo cosa possa averlo trasformato nel mostro che è ora, in lui vediamo del bene, è l'unico punto di riferimento di un bambino solo e spaventato, ma questo non basta, perché Joe è convinto di non avere nessun problema e di essere tutto ciò di cui Beck abbia bisogno. Negli ultimi giorno ho letto diversi commenti online di persone che reputano Joe il ragazzo dei sogni e mi sono chiesta più volte se queste persone avessero visto una serie diversa, perché YOU non fa mistero della follia del suo protagonista.

Beck è un personaggio complicato. Purtroppo mi è sta antipatica dall’ inizio alla fine, ma mi ha fatto una pena incredibile. Questa ragazza confusa non sa proprio di chi fidarsi e si ritrova circondata da una serie di pazzi che non vedono l’ora di approfittarsi di ogni sua debolezza.


Ho letto poi diverse critiche e sì, YOU è pieno di difetti, un sacco di scene senza senso e decisamente poco realistiche. Se volete una serie in cui tutto torni alla perfezione, questa non fa per voi. Non concordo invece quando la si definisce noiosa, perché non mi annoiata nemmeno per un attimo. Se si è alla ricerca di una serie tv per passare il tempo, se si riescono a apprezzare anche telefilm come Elite o Pretty Little Liars, non avrete problemi con YOU.


Parliamo poi dei motivi che mi hanno spinta a iniziare la serie direi che Shay Mitchell mi ha sorpresa. Non parliamo di attori da Emmy, Shay è molto lontana dall'essere una brava attrice, ma rispetto a Pretty Little Liars, in cui non aveva certo brillato, è cresciuta molto ed è migliorata. Il suo personaggio è molto interessante, anche se avrei preferito venisse sfruttato meglio.
Ma la vera perla è stato Penn, il ragazzo che ho visto recitare per anni è stato incredibile in questa serie, nessuna critica perché è stato veramente convincente nella parte, inquietante al punto giusto.

In conclusione You è una serie che non annoia mai, un thriller interessante (pur essendo lontano dalla perfezione) e sconvolgente che difficilmente vi deluderà.